Reggio Calabria, il MAP ricorda la rivolta del Luglio 1970

14luglio-2“Anche il M.A.P. Questa mattina presente alla Commemorazione per la rivolta di Reggio del Luglio 1970 in cui persero la vita e rimasero feriti uomini che credevano alle proprie idee e volevano difendere la propria città dallo scippo del capoluogo di Regione. Momenti ,settimane e mesi difficili in cui si passò dai comizi in piazza all’occupazione della stazione ferroviaria di Reggio Calabria e Villa San Giovanni. Nacquero poi vari comitati tra cui il comitato unitario per Reggio capoluogo guidato dal Sindaco della Democrazia Cristiana Pietro Battaglia ma il vero traino fù il comitato d’azione per reggio capoluogo guidato da Ciccio Franco“, scrive in una nota il presidente Pietro Marra. “La rivolta – prosegue- si concluse dopo circa 10 mesi con l’arrivo dei carri armati in città ma ancora oggi si discute se quella rivolta del popolo è stata di appartenenza alla destra reggina oppure di un popolo stanco di soprusi e quindi voglioso di un riscatto. Concludo con un ringraziamento particolare al Vice Sindaco Dottore Saverio Anghelone per la sua partecipazione in qualità di rappresentante dell’Amministrazione Comunale”, conclude.