Reggio Calabria, Gioia Tauro firma l’accordo quadro con Palazzo Chigi

L’Ugl ha firmato a Palazzo Chigi l’accordo quadro per il piano di interventi per il rafforzamento e lo sviluppo dell’area del Porto di Gioia Tauro

porto di gioia tauroEsprimiamo grande soddisfazione per la firma a Palazzo Chigi dell’accordo quadro per il piano di interventi per il rafforzamento e lo sviluppo dell’area del Porto di Gioia Tauro”.
Lo dichiara il segretario confederale dell’Ugl, Ermenegildo Rossi, al termine dell’incontro di oggi a Palazzo Chigi al quale ha partecipato insieme al segretario nazionale Ugl Mare e Porti, Pasquale Mennella, al segretario regionale dell’Ugl Calabria, Ornella Cuzzupi, e al segretario regionale Ugl Mare e Porti Calabria, Francesco Cozzucoli.
Per il sindacalista “con l’intesa, sarà possibile affrontare le problematiche del settore tenendo conto delle sue particolari caratteristiche e costruendo un adeguato percorso di riqualificazione dei lavoratori finalizzato al rilancio della struttura portuale”.
Per il segretario nazionale Ugl Mare e Porti, Pasquale Mennella, “i tre punti principali dell’accordo, la garanzia della cig, la costituzione di un’agenzia pubblica per la riqualificazione e ricollocazione dei lavoratori e la costruzione del bacino di carenaggio per la manutenzione di grandi navi, sono la base di partenza di un percorso finalizzato al rilancio di uno dei poli di transhipment più importanti del Mediterraneo: siamo ottimisti – aggiunge – ma terremo alta l’attenzione sull’effettiva attuazione dei contenuti dell’accordo, il quale infatti prevede un apposito percorso di coinvolgimento delle parti sociali”. Come spiega il segretario regionale dell’Ugl Calabria, Ornella Cuzzupi, “oggi abbiamo siglato insieme alle altre organizzazioni sindacali e ai vertici  Medcenter Container Terminal (Mct) – Contship Italia un verbale di intesa sull’accordo di programma che getta le basi per la nascita dell’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e per lo sviluppo d’impresa per il Porto di Gioia Tauro, siglato da Presidenza del Consiglio dei Ministri, ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dello Sviluppo economico, del Lavoro e delle Politiche sociali, Regione Calabria, Autorità portuale di Gioia Tauro e Invitalia. Si tratta di un passo importante per il nostro territorio – conclude -, con il quale assicuriamo a centinaia di lavoratori il supporto economico della cig per un anno, in attesa di avviare il percorso di riqualificazione professionale, mediante l’apposita agenzia pubblica costituita tramite l’intesa, che possa contribuire a rilanciare l’area portuale e, con essa, l’intera economia locale”.