Reggio Calabria, emergenza idrica a Mosorrofa

Mosorrofa“Si ripropone puntuale a Mosorrofa , come ogni  estate, l’emergenza idrica. Numerose contrade si ritrovano con i rubinetti a secco da più di una settimana in piena estate.  Unitamente alle dovute segnalazioni di disservizio, numerosi cittadini hanno segnalato a noi del Partito Repubblicano numerosissime perdite nella condotta vecchia, e ormai obsoleta, ma ancora ad oggi funzionante:  per rimediare a tale problema, che colpisce il nostro paesi ormai da anni, 10 anni fa è entrato in funzione il nuovo acquedotto (omologato per 10mila persone) con attinente nuova condotta.  I cittadini continuano a segnalarci la “presunta” presenza di tubature collegate direttamente alla vecchia condotta e non allacciate alla normale rete idrica. Una nuova importante perdita, situata nella strada che collega Mosorrofa con San Salvatore, è stata puntualmente segnalata dal PRI e da numerosi cittadini agli uffici appositamente predisposti”, scrive in una nota Demetrio Giordano del coordinamento metropolitano del PRI.  “Abbiamo testato – prosegue- che da tale perdita scorre un litro di acqua ogni 30 secondi: immaginate quanta acqua potabile si perde al giorno… e in due settimane?! Intanto i rubinetti delle case continuano a essere asciutti. Ricordo ancora quando il Sindaco Falcomatà, durante la campagna elettorale, raccomandava a me e ad altri giovani di Mosorrofa di essere delle “sentinelle” del territorio. Noi le sentinelle le stiamo facendo, a mancare ancora una volta è  una risposta dall’amministrazione. Conosciamo perfettamente le scarse disponibilità economiche comunali, ma non crediamo che un insignificante, ma importante, intervento del genere possa portare il comune di Reggio Calabria in Default. Se è questa la famosa “spending review” attuata dall’amministrazione, qualcosa sta andando storto. Forse, ancora una volta, la nostra colpa è essere cittadini periferici di seconda classe. Mosorrofa, così come tutte le periferie, non possono più essere un bacino di voti da sfruttare solo in campagna elettorale”, conclude.