Reggio Calabria, denunciato il legale dell’ASP dott. Brancati

I responsabili delle OO.SS. ANPO-FIALS medici N. Ascoti e ANAAO hanno sporto denuncia per comportamento antisindacale del legale dell’ASP di Reggio Calabria dott. Brancati

ASP Reggio Calabria Spett.le Organi d’Informazione E Loro Sedi In data odierna le OO.SS. ANPO – FIALS Medici . N. Ascoti e ANAAO attraverso i loro responsabili prov.li Dott. Rondanini, Dott. Ferraro e Dott. Serranò hanno depositato la denuncia art. 28 legge 300/70 per comportamento antisindacale nei confronti del legale rappresentante dell’ASP di RC  Dott. Brancati. Nel ricorso le OO.SS. della Dirigenza Medica e Sanitaria lamentano la mancata erogazione dell’acconto sul premio di risultato che doveva  essere erogato entro il 31 Maggio 2016. Molto delusi dalle dichiarazioni del Commissario nella riunione del mese di Giugno Rondanini, Ferraro e Serranò ritengono che sia giunta l’ora di porre fine per l’ASP di RC ai “ Commissariamenti “ balneari che durano il tempo di una stagione e che non lasciano tracce alcune di operatività in favore dei cittadini e degli operatori. Inoltre, nonostante le numerose denuncie sindacali l’ASP di RC è l’unica ASP d’Italia che non riesce a quantificare i propri debiti, non ha una dotazione organica  né un atto aziendale .

L’ANPO – FIALS Medici – N. ASCOTI e l’ANAAO è da anni che conducono una battaglia sindacale per il riconoscimento degli incarichi ai dirigenti, senza l’attribuzione e dei quali , non è possibile stabilire obiettivi e competenze degli stessi. E’ tutto questo anche a favore dei cittadini che spesso vagano per uffici e servizi che non hanno neanche un responsabile. Di fronte a tale sfascio organizzativo strutturale e finanziario il Presidente della Regione Oliverio che fa?. Invece di nominare un Direttore Generale per un triennio in grado di rimettere l’ASP nella carreggiata della normalità, nomina un Commissario “ estivo” Che nel suo discorso inaugurale cita il Papa e Dante e non i problemi della Sanità reggina che tra l’altro non conosce essendo catanzarese. Le OO.SS.  ANPO – FIALS MEDICI – N. ASCOTI e l’ANAAO aspettano l’udienza del 29 Luglio 2016 davanti al Giudice del Lavoro per rendere giustizia a tutti i dirigenti Medici e Sanitari che in questi anni hanno portato avanti il lavoro nell’ASP di RC disastrata, senza incarichi formali e senza alcun riconoscimento economico.

Rondanini, Ferraro e Serranò concludono invitando la dirigenza medica e sanitaria alla mobilitazione non escludendo il ricorso allo sciopero generale dei dirigenti dell’ASP di RC.