Reggio Calabria, Corso Garibaldi: forti disagi al cuore pulsante della città per i “cantieri infiniti” [FOTO]

I lavori di rifacimento del Corso Garibaldi di Reggio Calabria sono in forte ritardo rispetto alle date di consegna previste: un caos che crea parecchi disagi ai cittadini

Cantiere Corso Garibaldi588La data prevista per l’inaugurazione era dicembre 2015, invece dopo sette mesi ancora il Corso Garibaldi di Reggio Calabria è un cantiere aperto, a cui viene apportata qualche modifica sempre part-time. Dopo due anni dall’inizio dei lavori, la situazione in cui versa la principale strada commerciale di Reggio è degradante e caotica: il percorso realizzato tra i vari cantieri aperti costringe i cittadini a un vero e proprio slalom che li porta dal marciapiede destro al sinistro e viceversa, spesso allontanandoli dalle porte dei negozi, con conseguente danno alle attività commerciali.
Soprattutto nella zona vicino l’appena inaugurata Piazza Italia il caos raggiunge livelli pazzeschi nei giorni e nelle ore più trafficati.
Ciò che accade dentro i siti è ancora più dubbioso: tralasciando la lentezza e la mancanza di personale sul posto per portare avanti il lavoro, il Corso Garibaldi sembra che prenderà le fattezze di un puzzle, con tratti ricoperti con nuovi materiali e tratti ricoperti con le vecchie pietre, rilavorate, dopo il lungo braccio di ferro tra Comune e Soprintendenza. Per giudicare l’effetto estetico non resta che aspettare la conclusione dei lavori.
Finalmente chiuso il cantiere di Piazza Italia, inaugurata ieri, altrettanto non si può dire di quello di Piazza Duomo, anch’esso in ritardo sulla data prevista di conclusione dei lavori, fissata per giugno 2016. Tra due mesi la città dovrà prepararsi alle celebrazioni per l’annuale Festa della Madonna della Consolazione, la cui processione allo stato attuale è fortemente compromessa, non essendovi percorsi alternativi a quello che passa per il Corso Garibaldi. Anche la Sacra Effige dovrà fare slalom attraverso i cantieri? Altamente improbabile.