Reggio Calabria: chiude il Liceo Linguistico, i ragazzi del IV anno non possono concludere gli studi!

scuola-chiusaAlcuni genitori di alunni della scuola paritaria Nuova Europa meglio conosciuto come liceo linguistico ed odontotecnico,  scrivono a StrettoWeb per sottoporre all’attenzione pubblica e istituzionale, il problema della chiusura dell’istituto già alla prossima stagione.

“Da qualche giorno correva voce tra i genitori di alunni frequentanti la stessa scuola che era intenzione della proprietà di chiuderel’istituto. Queste voci venivano suffragate da diverse telefonate della scuola che ci consigliavano di fare per i nostri figli un nulla osta verso altri istituti. Presi dalla preoccupazione e alla ricerca di notizie certe, stamattina,  ci siamo recati ,  un consistente numero di genitori, presso la sede della scuola sul Corso Garibaldi che ci dava conferma circa la fondatezza di tali voci”.

“Una delle situazioni più gravi che si appalesava da questa reunion era quella dei 5 ragazzi che nell’anno appena concluso hanno frequentato la 4 odontotecnici per i quali ci si prospettava il solo trasferimento “volontario” presso gli istituti di Locri o di Gioia tauro poichè presso l’istituto Fermi di Reggio Calabria la 5 classe non esiste ancora avendo lo stesso istituto iniziato l’attività solo 4 anni fa. In nome dei genitori dei ragazzi di 4  si chiede pertanto a chi di competenza di fare un piccolo sforzo ed istituire la 5 classe odontotecnici presso l’istituto cittadino Fermi al fine di garantire continuità didattica a questi ragazzi senza sottoporli a sacrifici fisici ed economici indicibili e quasi insopportabili per loro e loro famiglie”.

La cosa riveste maggiore importanza laddove si parla in questa città di cultura, legalità, occupazione impegno sociale ma spesso la realta dei fatti è ben diversa dalla parole. Si chiede pertanto a MIUR, al Provveditore, al Sindaco, al Presidente della Provincia a chicchesia di farsi carico di questa situazione e di cercare di venire incontro alle famiglie ed ai ragazzi  e di creare una 5 classe odontotecnici presso il l’istituto cittadino Fermi,   che ha i laboratori necessari , le aule ,e perchè no, anche i docenti per sopperire a questa situazione visto che , in quest’istituto già esiste almeno una quarta classe. Se lo Stato non è in grado di dare una risposta cosi semplice quasi scontata beh allora siamo davvero messi male”.

I genitori degli alunni Aricò, Venezia, Cutrupi e Morabito.