Reggio Calabria, al Comune importante riunione sui lavori del Corso Garibaldi: ecco le ultime novità

REGGIO CORSO GARIBALDI (6)Si è tenuta stamane a Palazzo San Giorgio la Commissione consiliare speciale permanente “Controllo e Garanzia” , presieduta dal Consigliere Comunale dott. Antonio Pizzimenti, per discutere della proposta di audizione dei rappresentanti dei commercianti della zona nord del corso Garibaldi – avanzata dal Capogruppo consiliare di Area Popolare  Nuovo Centrodestra  Pasquale Imbalzano -  in merito ai drammatici disagi generati dal perdurante  stallo del cantiere dei lavori di riqualificazione nella principale arteria cittadina, sotto il profilo del decremento economico delle attività commerciali e della condizione di degrado vissuta dagli esercenti e dai residenti.

I rappresentanti  dei commercianti auditi, nelle persone del sig. Francesco De Carlo e Paolo Dattola, hanno manifestato l’esistenza di una serie rilevante  di criticità riassumibili nell’eccessiva estensione del cantiere sulla sede stradale tale da impedire un regolare transito pedonale, un’errato critico intervento sui pozzetti di scolo delle acque piovane con fuoriuscita di animali e insetti di ogni tipo, creata dalle cattive condizioni igieniche esistenti, nonché l’acquisita consapevolezza che il salotto buono della Città risulta ad oggi compromesso dal punto di vista economico, anche a cagione non solo dei lavori che procedono troppo a rilento ma tuttavia dalla presenza invadente e pregiudiziale dell’abusivismo commerciale.

Criticità che sono ritenute frutto dell’assenza di dialogo tra amministrazione e cittadini, elementi considerati meritevoli per non escludere l’incardinamento di una azione giudiziale di risarcimento dei danni nei confronti degli attori istituzionali eventualmente responsabili .

Tuttavia, gli stessi rappresentanti, a riprova del senso di responsabilità che li contraddistingue, hanno  avanzato  alcune proposte di risoluzione delle problematiche come l’utilità dello svolgimento dei lavori nel cantiere h24 al fine di ridurre al massimo i tempi di esecuzione  e , quindi , dei disagi, nonché ,in alternativa, la richiesta di temporanea asfaltatura per consentire il recupero degli incrementi commerciali nel periodo estivo, caratterizzato da un fisiologico aumento economico degli scambi connaturato agli arrivi turistici .

Presenti alla riunione, oltre ai consiglieri comunali anche l’avv. Francesco Barreca, nella qualità di responsabile del settore programmazione fondi europei e l’arch. Daniela Neri , fino ad oggi R.U.P. sui lavori di riqualificazione del corso.

Il dirigente Barreca ha ribadito l’attenzione rivolta dall’amministrazione comunale nella risoluzione delle problematiche fin dal 1° giorno dei lavori e ha garantito di aver incardinato un attività di dialogo costante con la Sovrintendenza per favorire l’accelerazione dei lavori di riqualificazione, in tal senso alcune porzioni del cantiere, come quello che insiste all’altezza di via Pietro Foti, si avvia a soluzione definitiva, tuttavia precisando che la prosecuzione delle attività di cantiere sono comunque ascrivibili al rispetto delle ineludibili prescrizioni poste dalla Sovrintendenza .

L’arch. Neri, peraltro dimissionaria dal ruolo di RUP,  ha dal canto proprio affermato che tali lavori di riqualificazione sono risultati particolarmente complessi per il sorgere di svariate criticità lungo l’arco delle attività  che hanno impegnato enormemente lo stesso RUP, assieme agli altri settori e agli altri soggetti istituzionali coinvolti, al loro superamento , con inevitabile e conseguente rallentamento, a riprova che non vi è stata da parte dell’ufficio tecnico alcuna sottovalutazione delle dinamiche nella realizzazione dell’opera.

L’ing. Marcello Romano è intervenuto telefonicamente, per via dell’impossibilità di presenziare dovuta a motivi di salute, dichiarando che per quanto concerne i lavori della zona nord del corso, la stessa porzione sarà a breve pavimentata con la posa in opera della nuova basola , mentre le restanti porzioni di cantiere disseminate lungo la principale arteria verranno ben presto ultimate con la posa in opera delle rimanenti basole laviche, conseguenti dal recupero del bene storico culturale imposto dalla Sovrintendenza.

Il presidente Pizzimenti, d’intesa con i componenti della commissione , traendo le conclusioni sui lavori odierni e preso atto della immediata accelerazione delle attività sulla principale arteria – anche dovuta all’impulso della commissione – si è manifestato particolarmente soddisfatto per il ruolo svolto, a conferma del ripristino di un dialogo tra cittadini, commercianti e amministrazione comunale colpevolmente venuto meno nelle scorse settimane.