Reggio Calabria, a Palazzo San Giorgio si discuterà di agevolazioni fiscali ed incentivi sulla raccolta differenziata

raccolta differenziata del vetroMartedì 12 Luglio 2016, (alle ore 12:00), dopo il deposito di una Petizione Comunale (con più di 500 firme), presso la Sede Istituzionale di Palazzo S. Giorgio, si terrà, (ai sensi dell’art. 17 dello Statuto di Reggio Calabria e dell’art. 36 sul Regolamento della Partecipazione), la seduta della II^ Commissione Consiliare per la Programmazione e Servizi Generali con il fine di determinare la possibilità di applicare la precedente Istanza NP 185439 del 11/12/2014 del M.I.T.I. Lega Sud in materia di agevolazioni fiscali ed incentivi sulla raccolta differenziata previsti anche dal vigente Regolamento TARI della Città di Reggio Calabria, in rispetto agli indirizzi normativi nazionali ed europei.

In particolare il contenuto dell’Istanza, che vedrà seduti allo stesso tavolo i rappresentanti della Petizione e i membri dell’Amministrazione Comunale prima che lo stesso documento possa giungere alla prossima seduta utile del Consiglio Comunale, prevede l’attuazione concreta di un sistema di raccolta integrata fondato su tre misure necessarie per lo sviluppo del servizio di gestione dei rifiuti e per contemperare le esigenze finanziare del Comune con la capacità contributiva dei cittadini, fin oggi soggetti purtroppo ad una insostenibile pressione fiscale, ossia:

A)      La concreta applicazione di sgravi fiscali per i nuclei familiari con redditi svantaggiati, attraverso l’elaborazione di un sistema standard di detrazioni, (sulla base della certificazione ISEE/ISR), diminuendo le quote astratte dei crediti inesigibili, in modo che si possa ottenere una liquidità immediata che riduca il costante sistema debitorio del Comune;

B)      La predisposizione di incentivi fiscali sulla tariffa TARI, da determinare attraverso un sistema di pesatura elettronico del materiale differenziato, (con ausilio dei mezzi di raccolta e di isole ecologiche), affinché si possa premiare il cittadino virtuoso, diffondere le best practices sulla tutela dell’ambiente ed aumentare i ricavi sul materiale riciclabile;

C)      L’elaborazione, come in passato, del calcolo esemplificativo e per singola utenza, della tariffa, affinché ogni cittadino abbia in modo trasparente e preventivo, la consapevolezza del proprio onere tributario.