Reggina, per il ritorno in Lega Pro si fa sempre più dura

Reggina, per il ritorno in Lega Pro si fa sempre più dura: il sogno di rientrare tra i professionisti sembra sfumare

RegginaIl sogno di rientrare tra i professionisti con la riammissione in Lega Pro, per La Reggina sembra sfumare definitivamente proprio nel giorno in cui molti club non sono riusciti ad iscriversi lasciando molti spazi liberi tra i professionisti. Come riporta il giornale sportivo CalcioWeb, le piste per rilevare la società fallita (quella italiana con un grosso imprenditore del Nord, e quella estera con una cordata interessata alla società), negli ultimi giorni si sono entrambe raffreddate in maniera preoccupante. Completamente impraticabile, invece, l’ipotesi di una collaborazione tra la società gestita al momento dai curatori, e l’Ssd Reggio Calabria del presidente Praticò: tale eventualità sarebbe potuta essere molto favorevole per tutti, ma nonostante l’apertura da parte dei curatori pronti a collaborare, Praticò ha ritenuto fosse il caso di proseguire per la propria strada. A questo punto, sembra inevitabile e ormai imminente la revoca da parte della FIGC dell’affiliazione della Reggina Calcio, con la cancellazione della storica e gloriosa matricola amaranto, nonostante l’enorme impegno dei curatori fallimentari Giordano e Condemi. Le speranze non sono del tutto perse perchè potrebbe esserci ancora tempo, in extremis, nelle prossime due settimane, di fare ricorso e tentare di iscrivere il club amaranto in Lega Pro, ma serve un nuovo proprietario importante che abbia la possibilità di garantire quantomeno 500.000 euro nell’immediato, altrimenti sarà “game over”. E a questo punto, 21 giorni dopo la sentenza del Tribunale, c’è poco da essere ottimisti.