Reggina, Cozza lascia e saluta: “adesso la mia strada è verso un’altra direzione, ma non è un addio”

Reggina, Cozza lascia la panchina e scrive una lettera di saluto ai tifosi

Ciccio-CozzaDi seguito la lettera integrale di Ciccio Cozza che lascia la panchina della Reggina e saluta la città:

Reggio e i colori amaranto sono e resteranno nel mio cuore. In questa città e per questa città ho scritto le pagine più importanti della mia vita di uomo e di calciatore. Ho vissuto momenti esaltanti e difficili, sentendomi sempre a casa, sempre figlio di questa terra, circondato da amici e da una grande, grandissima famiglia: quella amaranto, fatta di tante centinai di migliaia di cuori che battono e batteranno sempre per la nostra gloriosa maglia. È con questo spirito che un anno fa ho accettato di cimentarmi nella sfida, difficilissima e a me sconosciuta, della Serie D. È stata una scelta d’amore. Oggi però la mia strada professionale prosegue verso un’altra direzione. La vita di un allenatore di calcio comporta questi cambiamenti. Ciò che non muta e non muterà mai sarà l’amore eterno per la città, per la maglia, per la nostra amata Reggina! Abbraccio i tifosi, è impossibile farlo materialmente ma vorrei ringraziarli a uno a uno; ringrazio la società, a cominciare dal presidente Praticò, in tutte le sue componenti. Mi congedo con un appello: restiamo uniti e sosteniamo questa società e questa squadra perché solo lasciando lavorare serenamente un gruppo dirigente si costruiscono le vittorie più belle, degne del blasone di una delle piazze più importanti del calcio del Sud. Il mio è un arrivederci, come ce ne sono già stati in passato tra di noi, e non certo un addio. Perché “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”.

In bocca al lupo a tutti, forza Reggina!
Francesco “Ciccio” Cozza