Patti (Me): sabato la presentazione della “Notte della Cultura”

npc2016Mancano ormai pochi giorni alla 7ª edizione di Notte per la Cultura! L’atteso evento socio-culturale dell’estate pattese, che nasce con la volontà di contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale e monumentale della Città di Patti, avrà infatti luogo il 5 agosto. La manifestazione organizzata da “Officina delle Idee – associazione di promozione sociale” quest’anno si proporrà in una veste completamente rinnovata e ancor più ricca che in precedenza. Il grande successo delle passate edizioni – con un trend costantemente in crescita in termini di partecipazione – ha infatti attratto nuovi partners e nuove aziende a supporto di quella che, di anno in anno, si conferma quale la più calda iniziativa culturale all’interno delle mura della città vecchia, consentendo di diversificare ulteriormente l’offerta. NpC, ad esempio, per la prima volta, si svolgerà in collaborazione con l’Indiegeno Fest, del quale costituisce uno degli appuntamenti più attesi. Tale collaborazione con gli organizzatori della manifestazione musicale è stata intensa, assai proficua e niente affatto occasionale, sposando appieno il tema dei migranti, filo conduttore di tutto l’Indiegeno Fest. Altrettanto produttiva è stata la collaborazione con l’Associazione Universo e con numerose aziende locali. Forti di questi nuovi apporti, figli del grande successo di pubblico registrato anche nella scorsa edizione e della costante opera di sensibilizzazione per una ripresa della vita in centro, gli Organizzatori hanno optato per un forse poco appariscente ma certamente deciso cambio di prospettiva (in termini pratici e filosofici insieme). Il rinnovo dell’affascinante “viaggio” per le vie ed i monumenti del Centro Storico, da quest’anno, non sarà più teso alla scoperta (o riscoperta) di quello che per troppo tempo è stato considerato come un corpo estraneo all’interno della città, un qualcosa di non più vitale, da visitare una volta l’anno come un museo o un’area archeologica ma alla rivitalizzazione (seppur per una sera) di esso. Un percorso più snello rispetto a quello degli anni precedenti ma meglio inserito nel tessuto della vita di questi quartieri; un itinerario che di qui a poco tempo potrebbe costituire il naturale punto di ritrovo della cittadinanza nei momenti di svago, così come già accade nei borghi di altre città anche a noi vicine. Dunque non a caso quest’anno NpC contribuirà a far rivivere il bellissimo Quartiere San Michele e l’ex Convento di San Francesco, entrambi oggetto di recenti restauri che hanno reso possibile quest’opera di rivitalizzazione promossa da Officina delle Idee e sposata da tanti nuovi amici. A San Michele sarà possibile apprezzare i lavori di restauro della ormai monumentale Porta e della scalinata di Vicolo Stretto, coi suoi intonaci rinnovati, le ceramiche e gli ulteriori abbellimenti apportati dai residenti del vicolo, mentre il San Francesco sarà finalmente interessato – anche se solo per il breve spazio di una sera – da un gran numero di attività artistiche e letterarie. La conferenza di presentazione si terrà dalle ore 10:00  presso la sala consiliare di Piazza Scaffidi.

Di seguito l’articolato programma della manifestazione:
Alle ore 19.00, nel pre-evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Universo, i partecipanti potranno iniziare il proprio viaggio partendo alla scoperta del cosmo grazie alla visita all’interno del Planetario tridimensionale di recente installato nel centralissimo Parco Robinson e successivamente, a partire dalle 20.30, potranno ammirare la bellissima Porta San Michele, recentemente restaurata. Proprio da Porta San Michele partiranno, ogni 30 minuti, le visite guidate alle ore 20.30, 21.00, 21.30, 22.00. Le guide accompagneranno i visitatori alla scoperta dei luoghi più caratteristici o insoliti del centro storico di Patti, illustrandone le curiosità che s’incontreranno lungo il cammino. Sarà, così, possibile visitare la Chiesa di San Michele, l’ex Convento di San Francesco – dove i partecipanti saranno allietati con mostre ed esposizioni artistiche, letture di brani (interpretati dalla nostra Valentina Martino) tratti dal libro “Sotto il Cielo di Lampedusa” di Laura Costantino – e ancora, Piazza Scaffidi, dove, a Palazzo dell’Aquila, sede del Comune, saranno esposti il cinquecentesco Libro Rosso, contenente la nota lettera di Giuseppe Garibaldi, la Gala del Senato Pattese, il ritratto restaurato di Vittorio Emanuele II del pittore Francesco Nachera (1815-1881) ed il quadro raffigurante Santa Caterina nell’Ufficio del Sindaco; ed ancora si potrà visitare la cripta della Chiesa di Sant’Ippolito – dove verrà allestita una mostra di foto e cartoline d’epoca – e la Chiesta degli Agonizzanti oltre alla Chiesa di Santa Febronia alla Badia. Al termine della visita, in piazza San Biagio ci sarà la possibilità di degustare i vini della Cantina Gatti e scoprire i prodotti gastronomici locali. La serata culminerà con due concerti, che porteranno alla scoperta di giovani talenti della musica popolare italiana: l’artista napoletano Toto Toralbo & I Minimali e Francesca Incudine, a cura degli organizzatori dell’Indigeno Fest. Anche quest’anno la manifestazione è realizzata grazie al contributo di quanti hanno deciso di devolvere il 5 per mille dell’Irpef firmando nella dichiarazione dei redditi a favore dell’Associazione Officina delle Idee. Il lavoro per la realizzazione di questa edizione è stato molto duro ed ha impegnato gli organizzatori per parecchi mesi, ma certamente saranno in grado di offrire ai partecipanti una serata ricca e molto suggestiva. L’invito è per tutti i pattesi (e non solo!) che vogliano riscoprire un nuovo angolo del Centro Storico di sfruttare questa occasione accorrendo numerosi. L’attenzione sul Centro Storico è da sempre una costante nell’impegno dell’A.P.S. “Officina delle Idee”, che più volte ha richiamato l’attenzione sui lavori di riqualificazione del Rione San Nicola-Buccerie, anche attraverso la campagna di sensibilizzazione #IoStoconPiazzaSanNicola da subito sposata da decine di pattesi e da alcune associazioni. Gli organizzatori ringraziano il Centro Studi “Luca Pacioli”, alla libreria “Capitolo 18”, alla libreria “Mosca”, alla “Linus Libri”, alla “Tenuta Gatti” ed all’Azienda di Formaggi Artigianali “Di Blasi”