Palermo, operazione antidroga allo Zen 2: arresti e sequestri

Operazione antidroga della polizia di Stato allo Zen 2 di Palermo, ulteriori indagini sono in corso

polizia-auto-primaOperazione antidroga della polizia di Stato allo Zen 2 di Palermo: in manette sono finiti Giuseppe Moceo, 47 anni, e Gaetano Lo Monaco, 33 anni, trovati in possesso di diverse dosi di hashish e cocaina già confezionate. Le indagini, condotte dagli investigatori dei Commissariati dei S.Lorenzo e Libertà, hanno portato agenti e cani poliziotto alle soglie dei casermoni del popoloso quartiere a nord di Palermo. Nell’abitazione di Moceo i poliziotti hanno trovato una chiave che consentiva di aprire la porta in ferro di un sottoscala, dove erano nascosti 14 grammi di eroina, 43 involucri di carta argentata contenenti eroina, un bilancino di precisione, 71 foglietti di carta stagnola utilizzati per il confezionamento delle dosi di eroina e 26 buste in cellophane, anch’esse utilizzate per la conservazione della sostanza stupefacente. A casa di Lo Monaco, invece, c’erano 154 involucri contenenti marjiuana, tutti confezionati con cellophane e sigillati con spille di metallo. Venticinque dosi erano dentro un mobile della cucina, 129 all’interno dell’armadio nella camera da letto. Sempre in cucina i poliziotti hanno trovato 19 stecche di hashish. I due sono stati arrestati e condotti al carcere Pagliarelli. Ulteriori indagini sono in corso per delineare la fiorente attività di spaccio che i sequestri dello Zen hanno portato alla luce.