Operazione Totem, scarcerato Francesco Gigliarano

Operazione Totem: è stato rimesso in libertà oggi nelle prime ore del pomeriggio Francesco Gigliarano, ristretto presso il Carcere di Mantova ed accusato di associazione mafiosa perché ritenuto intraneo al gruppo malavitoso “Giostra”

processoOperazione Totem- È stato rimesso in libertà oggi nelle prime ore del pomeriggio Francesco Gigliarano, ristretto presso il Carcere di Mantova ed accusato di associazione mafiosa perché ritenuto intraneo al gruppo malavitoso “Giostra”. All’esito della camera di consiglio, il Tribunale del riesame di Messina (presidente Genovese, a latere Smedile e Miraglia) in accoglimento del ricorso proposto dall’avv. Domenico Neto, del foro di Reggio Calabria, ha disposto l’immediata liberazione dell’indagato. Quest’ultimo era accusato di aver fornito al Tibia software illegale con successiva assistenza tecnica su alcuni totem presenti all’interno di sale giochi, tutte riconducibili alla cosca mafiosa dei “Giostra”. Dopo una articolata disamina del materiale investigativo che aveva indotto il Gip messinese a firmare l’ordinanza coercitiva nei confronti dello Gigliarano, l’avv. Domenico Neto ha confutato ogni singolo elemento indiziante, valorizzandone l’assoluta neutralità rispetto al capo di imputazione contestato al ristretto oltre all’assenza di esigenze cautelari, che seppur presunte ex lege in base al reato ascritto, tuttavia erano da considerarsi inesistenti in base ai riscontri evidenziati dalla difesa al Collegio. In aderenza alle argomentazioni difensive, il tribunale della libertà ha disposto la scarcerazione dello Gigliarano.