Nuovi atti intimidatori a Reggio Calabria, Muraca: “non abbasseremo la testa”

A Reggio Calabria, nuovi atti intimidatori per un agente di polizia. L’assessore Muraca dichiara: “non abbasseremo la testa”

poliziaAtti intimidatori a Reggio – Ancora atti intimidatori a Reggio Calabria. Non è bastato, quindi, il consiglio comunale aperto di ieri sera per porre a fine a questo male che attanaglia la nostra città.”Solo poco dopo alcune ore dalla conclusione del Consiglio comunale aperto, convocato per discutere con i cittadini sugli ultimi atti intimidatori nei confronti degli amministratori e per individuare azioni di contrasto alla criminalità organizzata, a Reggio Calabria – dichiara l’assessore Muraca - abbiamo assistito all’ennesimo atto incendiario”.  ”Questa notte intorno alle 2:30, l’autovettura di un agente della Polizia municipale – continua - in servizio presso l’ufficio radio mobile, è stata data alle fiamme. Non possiamo più accettare che questi episodi siano all’ordine del giorno. Quello che sta accadendo, è sintomo che si sta lavorando nella trasparenza e nella legalità e questo forse a qualcuno non va giù. L’agente non sarà lasciato solo. È in questi momenti che bisogna essere compatti, sono certo che la Polizia municipale si stringerà attorno al collega. Da parte mia, del Sindaco Giuseppe Falcomatà e di tutta l’Amministrazione, la massima vicinanza a lui ed alla sua famiglia. Non abbasseremo la testa, non arretreremo di un passo, sempre con la schiena dritta. Reggio deve cambiare e siamo sulla strada giusta. La grande partecipazione dei cittadini che ieri hanno riempito la piazza del Rione Ferrovieri, è la dimostrazione concreta e fattiva che i reggini vogliono dire basta e sono dalla nostra parte”.