‘Ndrangheta, arresti a Reggio Calabria: coinvolto anche l’ex senatore Domenico Kappler

Reggio Calabria, anche l’ex senatore Domenico Kappler tra le 10 persone sottoposte a fermo dalla Dda

senatore Domenico KappleTra le 10 persone sottoposte a fermo dalla Dda di Reggio Calabria nell’ambito di un’inchiesta su un comitato d’affari che avrebbe orientato appalti pubblici multimilionari ad imprese riconducibili alla ‘ndrangheta, c’è anche l’ex senatore di An Domenico Kappler di Roma. Kappler viene definito dagli investigatori un “personaggio cardine della vicenda corruttiva” nonostante non avesse cariche formali che giustificassero il suo coinvolgimento nella vicenda. L’ex senatore era ex amministratore delegato della societa’ pubblica Risorse per Roma Spa – societa’ in house partecipata interamente da Roma Capitale per gestire le attivita’ di alienazione del patrimonio immobiliare capitolino – il manager sarebbe stato legato da stretti rapporti imprenditoriali con un altro fermato, Alberto Scambia, 66 anni, di Roma ed avrebbe corrotto un dirigente del Comune reggino affidandogli un incarico professionale per conto di Risorse per Roma.

Dalle indagini dei carabinieri del Reparto operativo di Reggio Calabria è risultato che Kappler avrebbe avuto una significativa capacita’ di influenza con la societa’ Acea di Roma e avrebbe palesato evidenti interessi nella gestione operativa di due societa’ Idrorhegion e Acquereggine che ha gestito per molti anni, per conto del Comune di Reggio, il  sistema di depurazione delle acque. Secondo quanto risultato dalla indagini, secondo l’accusa, l’ex senatore Kappler avrebbe corrotto il funzionario del Comune di Reggio Calabria, Marcello Cammera che ai tempi in cui venivano svolte le indagini, era dirigente del settore Servizi tecnici ed attuale dirigente del settore Cultura, turismo, istruzione e sport al quale avrebbe conferito, attraverso Risorse per Roma spa un incarico professionale.