Mobilità urbana a Messina: un progetto per facilitare gli studenti UniMe fuori sede

Le istituzioni della città di Messina prevedono nuove sinergie con le aziende di trasporto per facilitare gli spostamenti degli studenti fuori sede

unimeLa città universitaria di Messina, ha in mente uno sviluppo maggiore rispetto alla mobilità urbana ed extraurbana rivolta agli studenti fuori sede. E’ stato il programma stesso del convegno “Progetti di trasporto integrato urbano ed extraurbano. Sistema di mobilità per l’Università di Messina.” che si è tenuto  presso la Sala Senato del Rettorato. All’incontro, organizzato dalla CISL Ateneo di Messina in collaborazione con il CUST e con il patrocinio dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, sono intervenuti, tra gli altri, il Rettore, Pietro Navarra, il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, Santi Trovato, i Prorettori Eugenio Guglielmino e Pietro Perconti, il Direttore Generale dell’Ateneo, Francesco De Domenico, la prof.ssa Adele Marino, Mobility Manager dell’Ateneo, il Vice Sindaco di Messina, Giovanni Cacciola, il Direttore generale dell’ATM, Giovanni Foti, il Segretario Generale Cisl Messina, Tonino Genovese, il Segretario provinciale della Federazione Cisl Università di Messina, Maurizio Fallico ed Arianna Crea, in rappresentanza degli studenti.

Durante il convegno si è parlato di nuove sinergie con le aziende di trasporto, così da concretizzare il sogno di una Messina universitaria al passo con le esigenze degli oltre 14.000 studenti fuori sede.

Tutte le cariche presenti hanno promosso questo progetto, esponendo i loro buoni propositi per gli studenti dell’Ateneo e per facilitarne lo spostamento, in vista di una visione della città di Messina improntata su una vocazione maggiormente metropolitana.