Messina, Pdr-Sicilia Futura contro Accorinti per il “Fortino Amam”: “Gestione non cristallina”

“Fortino Amam”, gestione tutt’altro che cristallina; Nino Carreri (Pdr-Sicilia Futura): “Accesso agli atti negato, intervenga il sindaco visto che non viene data nessuna risposta alle nostre legittime richieste”

sede amam“Certamente quella della presidenza Termini all’Amam non verrà ricordata come una gestione cristallina, tutt’altro e molte sono le domande senza risposta che lasciano dubbi e perplessità”.
Lo afferma il capogruppo del Pdr-Sicilia Futura in Consiglio comunale Nino Carreri, che continua ricordando: “siamo al cospetto di un presidente che non sappiamo se è ancora presidente, che non risponde all’Amministrazione, alle interrogazioni dei Consiglieri ne, tanto meno, all’Ufficio di gabinetto, agli Assessori ed al Segretario/Direttore generale. Cosa dobbiamo fare? Veramente in questa Città l’unica strada percorribile per avere risposte e la Procura della Repubblica?
Più volte in passato – ha precisato Carreri – ho legittimamente avanzato il dubbio che l’Amam non sia proprio l’isola felice ovvero quella terra promessa alla quale ambiscono dipendenti di Messinambiente ed Ato 3 per tirarsi fuori dalla precarietà e dal bisogno. Al contrario è lecito pensare che questa azienda interamente partecipata dal nostro Comune sia una “Bengodi” solo per pochi eletti peraltro ben noti. Pertanto è giunto il momento di chiedere al Sindaco di intervenire perché, diversamente, la parola “trasparenza” resterà esclusivamente uno slogan buono per la campagna elettorale ma in pratica lettera morta per i cittadini che chiedono servizi efficienti”.