Messina, operazione “Corsi d’oro”: undici anni e 15mila euro di multa per Genovese

Il procuratore aggiunto Sebastiano Ardita ha chiesto undici anni di reclusione e 15mila euro di multa per Francantonio Genovese

Foto Francesco Saya/LaPresse

Foto Francesco Saya/LaPresse

Associazione a delinquere, riciclaggio, peculato, frode fiscale e truffa: queste le accuse che pendono sul capo di Francantonio Genovese, parlamentare Pd poi passato a Forza Italia, a seguito dell’operazione “Corsi d’oro”. L’operazione riguarda una presunta truffa alla Regione Sicilia sulla formazione professionale. Il procuratore aggiunto Sebastiano Ardita ha chiesto perciò una pena di undici anni di reclusione e 15mila euro di multa per Genovese, oltre che sei mesi di reclusione per Chiara ed Elena Schirò, mogli di Genovese e del deputato regionale Francesco Rinaldi, anche lui ex Pd ora Fi, che a sua volta potrebbe scontare cinque anni e sei mesi di reclusione.