Messina: nave Anteo e i palombari di Consubin ispezionano relitto napoleonico

Oggi, la Nave Anteo ed i palambori di Consubin hanno avviato nel Porto di Messina una campagna navale per condurre operazioni subacquee

Nave Anteo (2)La Nave Anteo, Unita’ alle dipendenza del Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei” (Comsubin) lo scorso giugno ha avviato dal Porto di Messina una campagna navale per condurre operazioni subacquee a favore di alcuni Dicasteri ed Enti pubblici. Lo riferisce un comunicato della Marina militare. E’, infatti, iniziata ieri un’attività di ricerca a favore del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo nelle acque del Finale Ligure. Sono i resti della famosa battaglia navale del marzo 1795, la prima vittoria dell’allora capitano e futuro ammiraglio Horatio Nelson, al comando del vascello da 64 cannoni HMS Agamemnon. Oggi il sito archeologico e’ tutelato grazie ad una specifica ordinanza emanata da parte della Capitaneria di Porto di Savona che vieta qualunque attivita’ subacquea ad eccezione delle immersioni tecniche autorizzate espressamente dalla citata Soprintendenza.