Messina: il dissesto della strada comunale di Rodia [FOTO]

Gravi pericoli sulla strada comunale di Policara, Rodia, posta a quota immediatamente superiore alla strada statale 113/dir Messina – Palermo

Strada statale 113dir di fronte Madonnina Rodia Messina 002“Faccio presente che giorno 31 dicembre 2013 causa, sicuramente, copiose acque meteoriche parte del costone roccioso di sostegno alla strada comunale Policara che è posta a quota immediatamente superiore alla strada statale 113/dir Messina – Palermo ha subito uno svuotamento di materiale, con la creazione di una vistosa bucatura.” Lo afferma in una lettera inviata al Signor Sindaco Comune di Messina, al Signor Assessore Lavori Pubblici Comune di Messina, al Signor Dirigente Lavori Pubblici Comune di Messina, al  Signor Dirigente Protezione Civile Comune di Messina ed infine al Signor Dirigente Regionale ANAS Palermo, il Rag. Mario Biancuzzo Consigliere della VI Circoscrizione del Comune di Messina.

Prosegue il Rag. Biancuzzo: “Nello stesso giorno, sono intervenuti Vigili Urbani, personale di pronto intervento illuminazione pubblica e  personale cantoniere Anas, competente per territorio è intervenuto per rimuovere pietrame e detriti riversati lungo la strada statale. Da oltre due anni, sollecito con richieste scritte interventi per la messa in sicurezza del costone per evitare che i residenti di Policara rimangano isolati, infatti da un sopralluogo fatto oggi alle ore 10,00, ho accertato, anche se non sono un tecnico, che, sicuramente, con le prossime piogge, le acque trascineranno tutto il costone, sulla strada statale 113/dir ad alta densità di traffico,  che presenta segni di instabilità, Da allora il Comune ha provveduto a transennare la parte pericolante, nelle foto fatte il 17 luglio 2016 ore 10,30, si può notare la recinzione abbandonata, dove crescono erbacce, rovi e persino un albero di fico.” 

E continua: “Ad oggi lo scrivente ha sempre sollecitato l’amministrazione comunale per effettuare i lavori necessari a tutela della pubblica e privata incolumità. Oppure, forse, si aspetta che crolli tutto, così aumenta la spesa? – e conclude - Chiedo con forza, in base all’art, 30 del D.L. 30 aprile 1992 n. 285 del codice della strada,  la realizzazione di tutte le opere necessarie per evitare il crollo del costone. “