Messina, fogna a cielo aperto: olezzi nauseabondi dal torrente Nasari

Gioveni all’attacco: è una situazione irrisolta da due anni, intervengano subito l’Amam e il sindaco di Messina

gioveni-accorintiUna richiesta che ha carattere d’urgenza: Libero Gioveni, consigliere comunale in quota Udc, fa appello ai vertici dell’Amam e all’Amministrazione cittadina per segnalare come da addirittura due anni alcuni cittadini di Santo Bordonaro si trovino a vivere in condizioni igienico-sanitarie assai precarie. A determinare i disagi ai residenti sarebbero le cattive esalazioni provenienti dal torrente Nasari, frutto di scarichi capaci d’infestare l’intera area. Gioveni chiede un intervento deciso in vista della stagione estiva poiché la mancanza di precipitazioni produrrà una situazione incresciosa, con la presenza dei soli liquami fognari nel torrente a colpire ulteriormente il tratto cittadino. Già nel 2014, sottolinea ancora l’esponente del consesso civico, l’Amam accerto “che le cause dell’inquinamento ambientale fossero dovute alle infiltrazioni di liquami provenienti dalla presumibile rottura di una condotta fognaria nella parte alta di Comunale Santo, ma nonostante l’individuazione della ‘fonte’, ancora nessun intervento risolutivo è stato adottato“. Un immbolismo intollerabile cui è necessario porre rimedio.