La Regione Calabria vigila sui piani assunzioni delle aziende di telecomunicazioni

Dal tavolo tecnico sul lavoro nelle telecomunicazioni azioni concrete sulle nuove assunzioni

roccisanoA seguito dell’incontro di ieri con la Stazione Appaltante Infratel, le Aziende interessate e le OO.SS., l’Assessorato al Lavoro si è reso parte attiva al fine di concretizzare la possibilità di assunzione di lavoratori specializzati nel settore delle telecomunicazioni. Questo impegno, figlio della firma dell’accordo con Infratel dei mesi scorsi, interessa l’inserimento dei lavoratori già percettori di ammortizzatori sociali nonché di disoccupati di lunga durata, nei cantieri già aperti e/o in fase di apertura. In tal senso, l’assessorato al lavoro può agire sia con specifiche azioni finanziarie a sostegno delle imprese (bonus occupazionale con incentivi fino ad € 10.000,00 per ogni assunto, vedasi decreto n. 8388 del 15/7/2016 www.regione.calabria.it/formazionelavoro), sia per il monitoraggio degli accordi sulla legalità e per l’eliminazione di ogni forma di lavoro irregolare a beneficio dei lavoratori.
Afferma l’assessore Roccisano: “Quello di monitorare il lavoro generato dagli investimenti regionali è un compito delicato che abbiamo deciso di svolgere per garantire le opportunità lavorative a chi era già formato in questo settore e che oggi si trova in condizioni di percettore di ammortizzatore sociale in deroga. Per raggiungere questo obiettivo, dopo la riunione del tavolo tecnico di ieri, abbiamo invitato le Società che stanno già lavorando o che sono in procinto di avviare lavori su tutto il territorio regionale a volere comunicare, ancorché in via preliminare ed ipotetica, i programmi assunzionali ed i relativi tempi previsti per l’avvio dei lavori e dell’adeguamento delle dotazioni organiche. Parallelamente abbiamo già inviato ai Centri per l’Impiego della Regione Calabria una comunicazione formale in cui chiediamo loro di fornire l’elenco completo di generalità e residenza dei lavoratori specializzati nel settore delle telecomunicazioni, percettori di ammortizzatori sociali e disoccupati di lunga durata, iscritti nelle liste.
Queste comunicazioni, per le quali abbiamo chiesto risposta entro il 26 agosto, ci permetteranno di effettuare l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro dello specifico settore delle telecomunicazioni. Inoltre i dati ricevuti, ci consentiranno di monitorare in maniera concreta che l’andamento delle nuove assunzioni effettuate dalle società appaltanti rispetti il patto di legalità assunto nei mesi scorsi con Infratel, secondo cui il 20% dei nuovi assunti deve essere scelto tra le liste dei percettori di ammortizzatori sociali specializzati nel settore.”