Immigrati, Comune calabrese dice “no” al centro di accoglienza: “rovinerebbe il nostro turismo”

Immigrati, Comune calabrese dice “no” al centro di accoglienza in una struttura confiscata alla ‘ndrangheta

migranti (5)Immigrati- Il consiglio comunale di Cassano all’Ionio si è espresso con voto contrario alla realizzazione di un centro di accoglienza per migranti in una struttura confiscata alla ‘ndrangheta. Il sito era stato individuato dall’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati ma il sindaco Gianni Papasso e tutti i consiglieri, all’unanimità, si sono espressi contro la destinazione. La scelta contraria è dovuta inoltre al mancato coinvolgimento del Comune nel processo decisionale e nel timore che “tale decisione andrebbe sicuramente a pregiudicare lo sviluppo del turismo, in una realtà sociale alquante fragile, che già paga il prezzo dei ritardi accumulati in anni di mancati interventi, soprattutto infrastrutturali, di inadempienze e di mancare risposte, da parte dello Stato e delle altre istituzioni, al bisogno di sviluppo e di crescita delle popolazioni residenti nella Piana più vasta e fertile della Calabria”.