Il reggino Pietro Latella riconfermato presidente dell’associazione nazionale giovani consulenti del lavoro

Foto Pietro LatellaSi è da poco conclusa  a Roma, in concomitanza del Festival del Lavoro 2016, l’assemblea annuale dell’Associazione Nazionale Giovani Consulenti del Lavoro indetta per il rinnovo del direttivo che guiderà l’Associazione nel triennio 2016/2019. L’Assemblea ha riconfermato presidente dell’Associazione, Pietro Latella che, a caldo, ha così commentato: «Sono molto soddisfatto per l’unitarietà e la coesione che hanno caratterizzato questa tornata elettorale. Ringrazio tutti i colleghi per la loro fiducia ma anche tutti coloro con i quali ho condiviso la precedente esperienza di consiglio. A loro va un sentito ringraziamento dal momento che insieme alla Giunta uscente sono state costruite le solide fondamenta di questo progetto, necessarie per potere svolgere l’azione programmatica che metteremo in campo a partire da oggi». Insieme a Pietro Latella (C.d.L. in Reggio Calabria), riconfermato alla presidenza, sono stati nominati consiglieri: Fabrizio Bontempo (C.d.L. in Torino); Felice Tiberia(C.d.L. in Frosinone); Andrea Belloni (C.d.L. in Padova); Ilaria Giulia Bortolan (C.d.L. in Biella); Matteo Bodei (C.d.L. in Brescia); Emanuela De Palma (C.d.L. in Cagliari);Giuseppe Pagliuca (C.d.L. in Messina); Stefania Piscopo (C.d.L. in Salerno). I probiviri eletti sono: Claudia Cordoni (C.d.L. in Asti); Vincenzo Correro (C.d.L. in Palermo); Francesco Ferraioli (C.d.L. in Potenza) mentre Fabio Nocita (C.d.L. in Catania) è stato nominato Revisore Unico. «L’impegno del nuovo direttivo – ha precisato Latella – sarà concentrato al rafforzamento delle tematiche già avviate durante il mandato appena terminato. Penso all’importanza della formazione professionale, al consolidamento dei legami tra i giovani colleghi, ma soprattutto penso alla necessità di individuare e promuovere nuovi strumenti professionali che diano ai nostri giovani colleghi, oggi più che mai, la necessaria fiducia che consenta loro di guardare avanti e vedere un futuro. Sono sicuro che il nuovo gruppo dirigente saprà supportarmi in questo arduo compito, dimostrando con i fatti il suo grande valore».