Dal primo CineCocktail di MareFestival, Gabriella Germani fa gli auguri di compleanno a Virginia Raggi

Gabriella Germani salirà questa sera sul palco di MareFestival per ritirare il Premio Troisi e per regalare al pubblico un’esibizione inedita

Gabriella Germani e Claudia Catalli“Saranno gli elettori di Roma a decidere con un referendum come festeggiare il mio compleanno”. Gabriella Germani, ospite del primo CineCocktail di MareFestival condotto dalla giornalista Claudia Catalli all’Eolian Hotel Di Milazzo, regala al pubblico alcune delle sue imitazioni più riuscite, tra cui quella del neosindaco di Roma, che oggi compie 38 anni. Accompagnata dalla Catalli in una conversazione che ripercorre la sua carriera, dagli inizi in radio con Fiorello alle ultime partecipazioni in tv, Gabriella Germani si sofferma su quella che lei stessa ha definito “una specializzazione”: l’imitazione dei personaggi politici, prevalentemente femminili, che l’ha fatta apprezzare dalle parlamentari italiane e dalla presidente della Camera Laura Bordini. La Germani ha anche manifestato il suo apprezzamento per la collega Virginia Raffaele, reduce dai successi dell’ultimo Festival di Sanremo. “E’ una straordinaria professionista. Non me la sentirei di raccogliere la sua pesante eredità a Sanremo: sogno piuttosto un one woman show. Vorrei tornare a teatro e proporre uno spettacolo fatto di imitazioni, monologhi, satira, in cui interagire con il pubblico. Mi sento pronta inoltre per condurre un programma tutto mio”. Come previsto dai CineCoktail, Gabriella Germani è stata intervistata anche dal pubblico, al quale ha raccontato del suo lavoro accanto a Fiorello, “artista carico di energia, capace di trasportarti, e delle imitazioni che l’hanno resa celebre al grande pubblico, riproposte a Milazzo, come quelle di Mara Venier, Simona Ventura, Daria Bignardi, Daniela Santanché e Monica Bellucci, “il personaggio che ho amato di più interpretare, il più divertente”. Gabriella Germani salirà questa sera sul palco di MareFestival per ritirare il Premio Troisi e per regalare al pubblico un’esibizione inedita.

Germani e Catalli