Da oggi il comune di Bova Marina darà il via alla raccolta differenziata “porta a porta”

cassonetto  bova marinaCon lo slogan “ insieme facciamo la differenza” da oggi 13 luglio il comune di Bova Marina, darà il via alla raccolta differenziata “porta a porta” su tutto il territorio. La raccolta differenziata nella cittadina ionica è organizzata con sistemi di raccolta domiciliarizzata (o Porta a porta), grazie alla quale la raccolta di una o più frazioni differenziate avviene presso ciascuna utenza. L’implementazione di questo sistema, domiciliare e capillare, è stata anticipata da una massiccia fase di informazione/formazione,da parte dell’Ased in collaborazione con l’Amministrazione comunale, a cominciare dagli alunni delle diverse scuole dell’infanzia e della primaria, che ha permesso ai cittadini di comprendere appieno il valore ambientale del recupero di materia conseguente alla raccolta differenziata e di conoscere le corrette modalità di fruizione dei nuovi servizi. Era il primo agosto dell’anno scorso quando il sistema “porta a porta” è decollato dal lungomare Bova Marina, per poi estendersi agli altri rioni e completare tutto il territorio. Bova Marina da oggi ha vinto una sfida ambiziosa, quella di dare, “scacco ai rifiuti”. Questo nuovo sistema di conferimento dei ri¬fiuti, comporterà, ha detto il sindaco Vincenzo Crupi,l’abbandono delle “vecchie abitudini” .Differenziare, riciclare e ridurre i ri¬fiuti da conferire in discarica è un piccolo gesto che sarà ricompensato da sicuri e rilevanti bene¬fici sia ambientali che economici. L’aspetto tecnologico innovativo, del“Porta a Porta” cosiddetto “spinto” consiste nell’uso di “mastelli” codi¬ficati che permetteranno, durante il proseguo del servizio, attraverso il rilevamento elettronico degli stessi, l’identi¬ficazione della tipologia del ri¬fiuto e dell’utente produttore. Attraverso questo rivoluzionario sistema, continua il primo cittadino si avrà la possibilità di ottenere il duplice bene¬ficio di avere una Città pulita e accogliente, e nello stesso tempo avviare un percorso di equità ¬ fiscale attraverso il sistema della “tariffazione puntuale”, che permetterà di pagare in base alla quantità di ri¬fiuti prodotti. Grazie al contributo concesso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha concorso all’avvio del progetto “Insieme facciamo la differenza”,conclude Crupi abbiamo acquistato tutto il materiale utile per l’avvio del servizio senza gravare in alcun modo sulle casse comunali. Mi auguro che l’iniziativa intrapresa dal nostro Comune venga accolta e condivisa con la consapevolezza e la sensibilità tipica di noi Bovesi”.

Enza Cavallaro