Crossing Race 2016: torna la Traversata dello Stretto, regata epica ed estrema alla sua IX Edizione

Kitesurf (2)Una gara di velocità al cardiopalma che si gioca sul filo dei 40 nodi, una prova di resistenza estrema contro sé stessi e contro gli elementi, una s fida velica tanto essenziale quanto tecnologica che prende vita in uno degli scenari più suggestivi e impegnativi di tutto il Mediterraneo e infine una grande festa del mare che unisce e appassiona i concorrenti e il pubblico.
Tutto questo è la ContinentIsland Gps Green Crossing Race 2016, regata internazionale long distance che si svolge dal 27 al 31 luglio attraverso lo Stretto di Messina con partenza e ritorno a Reggio Calabria.

Kiter, windsurf e velisti: tutti in corsa contro il tempo 

L’evento, ideato e organizzato da A gostino Martino, presidente di NewKiteZone di Punta Pellaro, scuola di kitesurf, nonché Centro kite internazionale IKO, è una competizione unica nel suo genere che vede ogni anno sfidarsi insieme kiters, windsurfisti e velisti, pronti a domare il vento e chiudere il percorso di circa 12 miglia nel minore tempo possibile sfrecciando per primi sul traguardo. Una sfida semplice e sempre più agguerrita che, anche in questa 9° edizione, vede schierati al via atleti e semplici appassionati provenienti da tutto il mondo: u omini, donne e ragazzi attirati da questa gara di velocità e resistenza che impegna i partecipanti non solo sul piano fisico, ma anche su quello strategico e tattico.

Lo Stretto come il deserto: la Traversata è la “ParigiDakar” del mare

Le difficoltà che lo Stretto di Messina impone ai naviganti sono note fin dall’antichità, suggellate nei miti di Scilla e Cariddi e decantate da Omero nella celebre Odissea di Ulisse. Ma ancora oggi questo tratto di mare è uno di quelli che incute timore ed esige rispetto d a parte dei marinai, come dei rider: venti vigorosi, forti correnti, traffico marittimo, sono alcuni degli elementi con cui deve confrontarsi chi prende parte alla ContinentIsland Gps Green Crossing Race 2016, meglio nota come “L a Traversata “, ma sono proprio queste incognite a rendere affascinante, avventurosa, quasi epica, questa sfida che ogni anno è sempre diversa.
Il c ampo di regata prevede una p artenza unica e spettacolare per tutti i concorrenti di fronte al lungomare di Reggio Calabria, dopodiché la flotta s’inoltra nelle a cque dello Stretto f ino a raggiungere con un unico bordo la c osta siciliana dove nei pressi della località Tremestieri è posizionata la b oa da doppiare prima di fare rientro a Reggio Calabria. Ogni concorrente può essere seguito dal comitato di regata e dal pubblico sul lungomare attraverso un sistema di tracciamento gps via smartphone che indica posizione, velocità e piazzamento. La gara è aperta a kiter con tavole twintip, race, surfini e hydrofoil, windsurfisti con tavole race o slalom e a velisti di qualunque classe. Obiettivo per tutti: tagliare per primi il traguardo e cercare di battere l’attuale tempo record della propria Classe; q uello assoluto della regata che è di appena 34 minuti e 16 secondi.

Tutti alla “Ride”, veleggiata in flottiglia aperta agli appassionati 

Ma la Traversata non è solo un evento riservato ai professionisti della velocità. Accanto alla Race viene organizzata infatti anche la cosiddetta Ride, una passeggiata che si snoda lungo lo stesso percorso attraverso lo Stretto ma aperta a tutti. Gli appassionati vengono scortati con i mezzi di assistenza e possono gustarsi con tutta calma lo scenario mozzafiato di questo tratto di mare realizzando figure e geometrie visibili anche da lontano.

Eventi, musica e beach party nel SurfVillage a terra

Tanto spettacolo e adrenalina in acqua infine, ma anche eventi e intrattenimenti a terra. Durante i cinque giorni della manifestazione sarà allestito sullo splendido lungomare di Reggio Calabria il SurfVillage che oltre a essere la sede di skipper meeting e aree tecniche per i concorrenti ospiterà stand, spazi espositivi, maxi schermi per seguire la regata, p osti ristoro, a ree relax e soprattutto farà da sfondo a un corollario di appuntamenti allestiti direttamente in spiaggia: gare e campfreestyle, lezioni di fitness e yoga, video e photoshooting, b each party, spettacoli, dirette radio , tv e streaming , concerti e Dj Set.

Spazio al verde

E visto che la Traversata, come regata velica e manifestazione dedicata al mare, è anche un e vento assolutamente “green”, u no spazio speciale del SurfVillage sarà riservato a tutto quello che è elettrico, solare, biosostenibile e darà visibilità a nuove realtà, idee e servizi. U no spazio/Expo dell’eccellenza tecnologica rispettosa e compatibile con l’ambiente.

La IX edizione della C ontinentIsland Gps Green Crossing Race 2016 è organizzata da NewKiteZone di Punta Pellaro con la il supporto logistico ed operativo della VI Zona FIV, lo squadrone dello Stretto dell’IYFR del Rotary International, il Comitato Regionale CONI, il Comitato Paralimpico Italiano, le Capitanerie di Porto di RC e ME, della Polizia Nautica e la IKO (international Kiteboarding Organization).

Info: Agostino Martino, cell: 393.1933.234, email: info@traversata.itwww.traversata.it