Caridi (FI): “le associazioni di categoria pensino più alle imprese e meno alle campagne elettorali”

caridi“Le dichiarazioni del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, rilasciate nei giorni scorsi mi lasciano esterrefatto. L’idea di prestare attenzione a mere questioni politiche in ottica referendaria in un periodo di estrema difficoltà per le imprese non credo rappresenti la strada giusta per supportarle. Si dovrebbe prestare maggiormente attenzione agli interessi di chi si spende, non solo dal punto di vista economico, in ambito imprenditoriale; purtroppo si assiste, ahimè, a delle campagne politiche in cui, in questo caso, Confindustria, ancora una volta, dimostra la propria essenza, filogovernativa, assecondando le scelte del governo Renzi”, scrive in una nota il senatore Caridi. “Le imprese -prosegue- tralasciando il discorso legato al referendum, andrebbero tutelate con manovre atte a concretizzare il loro progetto imprenditoriale; le associazioni di categoria avrebbero un ruolo fondamentale, da garante, assecondando o criticando le scelte del Governo con la finalità esclusiva di monitorare ed evidenziare le criticità. Mi auguro che le imprese si ribellino al sistema qualora il suddetto compito venisse meno, spronando, ancor più, chi ha il dovere di tutelarle“, conclude.