Calabria: “Piano regionale dei trasporti fondamentale per lo sviluppo socio-economico”

Ecco quale è stato il dibattito relativo al Piano Regionale dei trasporti ritenuto fondamentale per lo sviluppo socio-economico della Calabria

Foto Domenico Scopelliti

Foto Domenico Scopelliti

Per quello che riguarda il Piano regionale dei Trasporti, non sembra esitare il consigliere Domenico Bevacqua, il quale dichiara che il Piano è ”un passaggio importante per lo sviluppo socio-economico della CALABRIA“. “Un Piano necessario – ha aggiunto – per tenere i piedi per terra, consapevoli della situazione di partenza della nostra regione e del recupero del gap da colmare in ambito infrastrutturale“. Bevacqua ha ritenuto fondamentale l’azione diretta a colmare quelle difficoltà che mettono a rischio isolamento tutta la zona di Sibari e la fascia ionica  ”soprattutto in relazione alle condizioni in cui versa la SS106 ionica“. Secondo Giuseppe Graziano invece ”La CALABRIA ed il Sud in generale – ha affermato – risultano essere penalizzati dal sistema dei trasporti nazionale. Il fenomeno non puo’ essere sottovalutato poiche’ rappresenta una concausa dello spopolamento del territorio calabrese. Oggi bisogna pervenire all’individuazione di soluzioni per un modello di sviluppo compatibile ed attrattivo di nuove forme di finanziamento“. Orlandino Greco ha, invece, dichiarato che ”Condivido – ha affermato – l’idea di individuare nello sviluppo della Sibaritide tra i punti focali di crescita della nostra regione, e l’affermazione della centralita’ di Gioia Tauro. Ritengo che il piano realizzi un nuovo modo di atteggiarsi e di essere artefici del nostro sviluppo. Adesso, pero’, e’ necessario pervenire al piu’ presto all’approvazione di questo Piano per essere maggiormente attrattivi e dare alla CALABRIA un connotato di internazionalita’“. Per Sinibaldo Esposito, l’iniziativa dell’assessore Russo è da apprezzare ”sul metodo e sui contenuti del Piano, ma debbo esprimere disappunto nei confronti del governo per la scarsa attenzione riservata al sud in materia di trasporti e di infrastrutture in genere”. “Sono stato rapito dall’esposizione del Piano fatta dall’assessore Russo“, ha dichiarato Giuseppe Aieta (Pd) “per i richiami agli elementi storici della CALABRIA, individua soluzioni e vie d’uscita“. Alessandro Nicolò ha richiesto al Presidente della Giunta quali saranno le prossime azioni relative al piano di potenziamento dell’Aeroporto dello Stretto visto il riconoscimento della città metropolitana di Reggio Calabria, dove sarà necessario riorganizzare la viabilità con il resto del territorio. Carlo Guccione (Pd) ha dichiarato che “Devo riconoscere – ha aggiunto – il grande lavoro di studio e di individuazione di parametri contenuti nel piano che spero non sia generico“. Per Arturo Bova (Democratici Progressisti) “il Piano dei trasporti rappresenta un elemento in assenza del quale non puo’ esistere sviluppo, e segna un passo avanti nel processo riformatore della CALABRIA atteso da anni“. Per il capogruppo Pd Seby Romeo, “il Piano segna un passo fondamentale per il futuro della CALABRIA, come lo sara’ il piano dei rifiuti, di prossima approvazione, e la legge urbanistica. Un documento – ha aggiunto – che risponde ad una pianificazione di medio e lungo periodo ed individua strategie, nuove modalita’ di interconnessione tra pubblico e privato. Oggi si aggiunge un nuovo tassello al processo riformatore della CALABRIA“.