Calabria, Oliverio: “rivoluzione della burocrazia, metà dei dirigenti cambierà”

Il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, è stato molto chiaro: “metà dei dirigenti cambierà”

oliverio (6)Posso dire che il cinquanta per cento dei dirigenti non avrà più il posto che ha avuto fino ad oggi. Un’operazione del genere non era mai stata condotta“. Mario Oliverio, secondo quanto dichiarato all’agenzia stampa Dire, ha voluto rispondere alle dichiarazioni del procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri. Ho avviato immediatamente una procedura di ridimensionamento dei dipartimenti- ha detto Oliverio – per cacciare quattro direttori generali ho dovuto sudare le classiche diciotto camicie. Da quando mi sono insediato mi sono reso conto di quanto sia lenta, farraginosa e condizionante la nostra burocrazia. Snellire le procedure è fondamentale – ha proseguito il governatore – alleggerire significa dare meno potere alla burocrazia che è stata caricata in modo eccezionale determinando poi quelle situazioni degenerative di cui parla il procuratore Gratteri”Per quanto riguarda la riforma della pubblica amministrazione “c’è un problema a livello nazionale – ha detto il presidente. La riforma Madia è stata importante ma, guarda caso, l’unico decreto che non è stato ancora approvato è quello relativo alla dirigenza” ha sottolineato Oliverio.