Calabria: la regione insieme ai pediatri per difendere i vaccini e l’allattamento

Durante un incontro, la Regione Calabria ha voluto unirsi ai pediatri per difendere la cultura delle vaccinazioni e dell’allattamento

pediatriIeri si è tenuto alla Cittadella regionale un importante incontro che ha visto la partecipazione di diversi pediatri di famiglia referenti delle associazioni regionali e nazionali. Durante l’incontro, sono stati presentati dalla dott.ssa Maria Grazia Licastro, dal dott. Zappia e dal dott. Gurnari i dati relativi all’andamento delle vaccinazioni e del periodo di allattamento al seno. La Calabria non brilla affatto, anzi risulta essere tra le regioni italiane con la performance peggiore : sono troppo pochi i bambini vaccinati, con un trend paurosamente in decrescita , e sono sempre meno le donne che scelgono l’allattamento al seno. Purtroppo entrambe le azioni non sono scelte dai bambini, ma sono azioni da loro subite e che hanno conseguenze sul futuro dei minori. In questo ambito il ruolo dell’informazione è determinante: le famiglie devono sapere i benefici dell’allattamento, per i minori e per le madri, e devono anche conoscere i rischi derivanti dalle non vaccinazioni.

Il Garante dell’Infanzia Regionale, Antonio Marziale, ha sottolineato che il diritto alla salute deve essere tutelato come il primo dei diritti a vantaggio dei bambini. La Regione, rappresentata dall’Assessore al Welfare Federica Roccisano e dal presidente della commissione consiliare sanità Michele Mirabello, ha manifestato la propria disponibilità nel sostenere la formazione, l’informazione e l’uniformazione dei centri per evitare trattamenti impari a danno dei bambini.