Calabria: illustrate le iniziative ed i provvedimenti relativi al reddito d’inclusione sociale

Il Consigliere Giovanni Nucera ha voluto ringraziare il presidente Oliverio e l’assessore Federica Roccisano per l’impegno sulla questione del reddito minimo e l’inclusione sociale

Nucera-Giovanni- consigliere regionale La SinistraRingrazio il presidente Oliverio e l’assessore alle Politiche sociali Federica Roccisano per aver mantenuto l’impegno nei confronti del gruppo ‘La Sinistra’ che, fin dall’inizio della legislatura, ha posto la questione del reddito minimo grazie ad una proposta di legge per l’inclusione sociale che ho presentato e per la quale mi sono battuto con iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento sul territorio. Voglio anche ringraziare il direttore generale del Bilancio, De Cello e i dirigenti De Marco e Praticò che su quest’indirizzo politico si sono spesi per trovare i fondi”. E’ quanto afferma il capogruppo de ‘La Sinistra’ in Consiglio regionale Giovanni Nucera. “Stamani nella sala ‘Oro’ della Cittadella della Regione, Mario Oliverio e l’assessore al ramo hanno illustrato nel corso di una conferenza stampa le iniziative e i provvedimenti relativi al reddito d’inclusione sociale inserito nel Piano redatto assieme ai Dipartimenti ‘Lavoro’ e ‘Programmazione’ per dare una riposta prioritaria alle famiglie che versano in condizioni di povertà” – prosegue Nucera.

Parliamo di interventi di politica attiva per il contrasto alla miseria che coinvolgono famiglie e singoli individui con un Isee inferiore ai 3000 euro. Misure che partiranno da settembre prossimo con il primo bando e che utilizzeranno come interventi borse lavoro in collaborazione con associazionismo, volontariato, terzo settore, cooperazione sociale, politiche giovanili e sport per i quali ho ricevuto delega dal presidente Oliverio. Inizialmente per i primi 2 anni – spiega il Capogruppo - verranno coinvolti dal provvedimento 14.000 calabresi con assegni fino a un massimo di 400 euro per arrivare a regime a coprire 42.000 nuclei. Complessivamente – evidenzia Nucera – si parla si parla di cifre che ammontano a 235 milioni di euro derivanti da risorse nazionali previste dalla legge di stabilità, in parte risorse provenienti dal Ministero del lavoro, Fondi  SIE e POR Calabria – Asse 9 e Asse 8 – e infine dal PAC e dall’Unione Europea”. “Fin dall’inizio della legislatura, oltre a tenere alta l’attenzione su questa grave emergenza – rilancia Giovanni Nucera – ci siamo prodigati per  fronteggiarla, con tutti gli strumenti a nostra disposizione, inclusa una puntuale proposta di legge sul reddito minimo cui oggi con soddisfazione – conclude il Capogruppo de “La Sinistra’ - possiamo dire finalmente seguano interventi concreti per ridare dignità alle famiglie”.