Bovalino (Rc): continua l’azione di sensibilizzazione alla “Buona politica” da parte del movimento politico-culturale Agave

comune bovalino Il Movimento politico-culturale Agave è sempre più presente e attivo sul territorio bovalinese e continua nella sua opera di sensibilizzazione alla “buona politica” che coinvolge tutta la cittadinanza, ma in particolare i giovani che non vogliono essere attori passivi della vita amministrativa del paese bensì protagonisti attivi del loro futuro. Con queste premesse, si è svolto il 26 luglio 2016 con inizio alle ore 21, presso l’avant garden delle “Botteghe spagnole” a Bovalino (RC) il secondo incontro-dibattito organizzato dal Movimento politico-culturale Agave, dal titolo “#si può…esperienze a confronto”. Presenti all’evento il Sindaco di Marina di Gioiosa Jonica (Rc) l’Avv. Domenico Vestito ed il Vice Sindaco di Caulonia Avv. Caterina Belcastro. I due giovani amministratori hanno portato all’attenzione del numeroso pubblico presente la loro vincente esperienza elettorale ed amministrativa; azione che li vede anche impegnati nella corsa per la composizione del Consiglio metropolitano della città di Reggio di Calabria la cui votazione avrà luogo domenica 7 agosto 2016. Sollecitati dai due moderatori di Agave, Avv. Federica Morabito e Dott. Gabriele Galletta, hanno evidenziato che per amministrare bene un Comune è importante formare una squadra unita ed affiatata che sappia portare avanti la realizzazione del programma proposto e riesca, nel contempo, ad arginare i fenomeni di antipolitica che sono sempre dietro l’angolo. Il discorso è poi scivolato sui paesi sottoposti a commissariamento (come Bovalino appunto), paesi che oltre a subire i danni inevitabili all’immagine, sono costretti anche a sopportare i rallentamenti burocratici causati dalla particolare condizione che ne limita al massimo i margini di manovra. Altro capitolo importante è stato riservato alle azioni amministrative da adottare per affrontare,  e meglio ancora prevenire, catastrofi naturali come alluvioni, mareggiate, smottamenti di terreno ecc. che una volta verificatesi provocano enormi danni ai territori ed alle popolazioni (quella del 30 ottobre e dell’ 1 nov. 2015 è ancora una ferita aperta !). Per quanto riguarda il discorso sulla città metropolitana è emersa la necessità di avere quella “rappresentatività del territorio” indispensabile a garantire il soddisfacimento delle esigenze che man mano emergono dalle varie realtà locali, e questa rappresentatività  è ancor più importante quando interessa i comuni commissariati. Vestito e Belcastro hanno voluto, inoltre, spiegare ai presenti il loro modo vincente di fare politica, ed hanno quindi raccomandato di partecipare alla competizione elettorale con un programma serio, fatto di idee e progetti realizzabili nel breve-medio termine e che sia in grado di suscitare nell’elettore il senso di fiducia e credibilità su quanto proposto. E’ stata, insomma, una serata all’insegna del reciproco confronto con un unico denominatore comune, quello di fare “buona politica” e di farla sempre non solo in prossimità delle competizioni elettorali come spesso accade dalle nostre parti. Prima di concludere l’incontro ci sono stati numerosi interventi da parte del pubblico presente e si è letto uno scritto sulla politica di Piero Calamandrei,  e una poesia in vernacolo sul modo di intendere la politica dalle nostre parti. Il saluto finale è stato dato dal Coordinatore del Movimento Agave Avv. Vincenzo Maesano, il quale ha detto: “Questi incontri, che si ripetono ormai da quasi cinque anni costituiscono un trait d’union con l’intera comunità bovalinese al quale si vuole dare un segnale di speranza per poter risolvere, insieme, le tante difficoltà che ci assillano. Sono stati anni in cui abbiamo lavorato alacremente formulando proposte, idee e progetti, molti dei quali presentati ufficialmente all’amministrazione comunale prima ed ai Commissari dopo, ma che in entrambi i casi, a causa di una visione miope ed ottusa delle cose non hanno avuto seguito, con i risultati che purtroppo sono sotto gli occhi di  tutti. Ma più in generale e per fortuna, le nuove generazioni si sono liberate dai vecchi retaggi della politica e sono riuscite ad imporsi attraverso un’azione politica fatta di concretezza ed innovazione che ha permesso di bonificare e rilanciare molte comunità e territori. Agave ha scelto la buona politica e continuerà a lavorare tra la gente come stasera, cercando di coinvolgere sempre più i cittadini a rendersi parte attiva del loro destino.