Bova Marina (Rc): l’Istituto Euclide chiude l’anno con 16 diplomati con il massimo punteggio

L’Istituto Superiore Euclide di Bova Marina ha chiuso l’anno con ben 16 studenti che hanno ottenuto il massimo punteggio all’esame di maturità

esami maturitàTempo di bilanci all’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina, bilanci quest’anno assolutamente positivi testimoniati dai risultati dei maturandi dell’anno scolastico concluso da qualche settimana. Sedici in tutto gli studenti che hanno conseguito la maturità col massimo punteggio, sedici complessivamente 100 di cui uno addirittura con lode. Numeri che, dati alla mano, testimoniano la costante crescita qualitativa di un Istituto divenuto negli anni sempre più punto di riferimento non solo per l’Area grecanica. Comprensibilmente soddisfatta Carmen Lucisano, Dirigente dell’Istituto che pone l’accento sui risultati, frutto di un lavoro che va avanti ormai da qualche anno. “Siamo molto contenti – spiega la Lucisano – per i risultati della maturità di quest’anno, numeri che testimoniano la bontà di un’equazione che non può e non deve essere messa in discussione. I Risultati sono sempre frutto del lavoro e della programmazione e i numeri di quest’anno lo testimoniano più di ogni altra cosa. Tra i dati maggiormente significativi – prosegue la Dirigente – oltre alla lode ottenuta da Bilal Wahid, studente della sezione Liceo Scientifico, vorrei anche segnalare i tre studenti della sezione Geometra che hanno conseguito la maturità col massimo dei voti, un segnale assai importante che testimonia come il percorso di crescita dell’Istituto sia complessivo, includendo dunque anche sezioni negli anni passati forse troppo in fretta e sicuramente ingiustamente discriminate. Parlando di lavoro e programmazione – prosegue la Lucisano – vorrei inoltre porre l’accento su un percorso didattico che negli anni ha cambiato il volto dell’Istituto garantendo standard qualitativi sempre crescenti e sempre nuove possibilità per i nostri ragazzi. Tanti i corsi che negli anni sono andati ad integrare e migliorare la consueta offerta formativa, dai corsi di filosifia portati avanti con la Scuola Superiore Mario Alcaro, a quelli di genetica, biologia, chimica, giornalismo, diritto, inglese e poi ancora tanti appuntamenti culturali, convegni, caffè letterari, incontri e dibattiti che hanno visto protagonisti i nostri studenti. Tra le tante esperienze positive da segnalare – conclude Carmen Lucisano merita menzione quella legata all’alternanza scuola lavoro, un passaggio fondamentale che ha permesso e permetterà ai nostri giovani di sperimentare sul campo le nozioni teoriche apprese in aula”.