Bolzano, tirocinio in miniera a Monteneve per un progetto di ricerca

Nove studenti della  Technische Universität Bergakademie di Freiberg in Sassonia hanno effettuato nuove misurazioni dell’antica miniera di Monteneve a Bolzano

minieraEffettuare nuove misurazioni dell’antica miniera di Monteneve (Bolzano), situata nell’omonimo massiccio tra la Val Ridanna e la Val Passiria e ora una delle sedi del Museo provinciale delle miniere. Era questo l’obiettivo di un gruppo di nove studenti della Technische Universität Bergakademie di Freiberg in Sassonia (Germania), che nell’ambito di un tirocinio hanno recentemente condotto lavori di misurazione delle storiche strutture minerarie sia sopra che sottoterra.
A questo scopo, si sono serviti sia di metodi moderni, come le coordinate Gps, ma anche, nelle gallerie e nei pozzi più difficili da accedere, di una speciale bussola a sospensione. Si tratta di uno strumento per il rilevamento minerario utilizzato da secoli, composto da una corda, da una bussola e da un goniometro.
Durante le misurazioni, nella galleria ‘Karl’, tra l’altro, è stata scoperta una marcatura che portava scolpita la data ’1717′: un contributo alla conoscenza della storia di questo tunnel. Inoltre, in un’altra galleria, molto antica e di difficile accesso, sono state rinvenute tracce di scavi risalenti a diversi secoli fa. Alcuni visitatori e visitatrici hanno anche avuto l’opportunità di ammirare dal vivo i lavori di rilevamento.
“Con questo speciale tirocinio, studentesse e studenti hanno fornito una preziosa base per le future attività di ricerca a Monteneve nei campi della storia mineraria e dell’archeologia”, sottolinea Claus-Stephan Holdermann, archeologo, che ormai da anni segue le ricerche di archeologia mineraria a Monteneve su incarico dell’Azienda ‘Musei provinciali’, alla quale il Museo provinciale delle miniere afferisce.
Il gruppo, alloggiato al Rifugio Monteneve, è stato seguito da un punto di vista specialistico da Thomas Martienßen, Diana Hößelbarth e Andreas Geier, della Technische Universität Freiberg, e accompagnato dall’esperto di misurazione mineraria tedesco Marcus Wandinger, profondo conoscitore del Monteneve, che ha anche offerto lo spunto per l’iniziativa.
Hanno sostenuto il progetto il Museo provinciale delle miniere, inserito nell’Azienda ‘Musei provinciali’, e l’Associazione tedesca per il rilevamento minerario. L’obiettivo è rilanciare la ricerca sulla storia mineraria locale. Fra circa due anni dovrebbe svolgersi un progetto analogo. (ADNKRONOS)