Barcellona Pozzo di Gotto (ME): scoperta evasione fiscale per 15 milioni di una cooperativa del settore delle pulizie

L’amministratore e il liquidatore della cooperativa sono stati denunciati alla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto

Finanza Omar PaceBarcellona Pozzo di Gotto (Me) la guardia di finanza ha scoperto un’evasione fiscale di 15 milioni di euro da parte una società cooperativa con oltre 200 dipendenti, con sede in Lombardia, che operava su tutto il territorio nazionale nel settore delle pulizie. Gli indagati non avevano presentato valide dichiarazioni Iva e Irap ed avevano avviato fittiziamente la liquidazione societaria, il trasferimento della sede da una regione all’altra e i modelli Iva riportavano costi mai sostenuti in modo da generare crediti d’imposta inesistenti. Le casse della coop venivano svuotate regolarmente per renderla inadempiente nei confronti dell’erario: sottratti quasi 600.000 euro dal conto corrente societario, in meno di un anno, dall’amministratore pro tempore attraverso l’emissione di 64 assegni intestati a se stesso.

L’amministratore e il liquidatore della cooperativa sono stati denunciati alla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto per i reati di omessa dichiarazione, dichiarazione infedele, indebita compensazione mediante crediti inesistenti e sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte.