Attentato Nizza: parla l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice

In occasione della Santa Patrona di Palermo Santa Rosalia, l’arcivescovo Lorefice parla dell’attentato a Nizza

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Ci indigniamo davanti a questa ennesima strage. Chi semina questo orrore, tutte queste morti, non ha nulla a che vedere con il nome di Dio, di qualsiasi religione sia“. Lo ha detto l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice parlando, a margine della messa per la Santa Patrona di Palermo, della strage di Nizza. “Proprio ieri ho incontrato, in occasione della Santa Patrona di Palermo Santa Rosalia, tutti i rappresentanti delle religioni – ha detto – Abbiamo detto che siamo fautori della pace” – e prosegue ancora il monsignor Lorefice - ”se innalziamo muri creiamo violenza“. Così l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, parlando della strage di Nizza. “I problemi non si risolvono alzando muri o chiudendo frontiere – dice – Si risolvono se rimaniamo città accoglienti“. (AdnKronos)