Attentato Nizza: le dichiarazioni del presidente francese Francois Hollande

All’indomani dell’attentato a Nizza, il presidente Hollande interviene con un appello all’unità

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Un appello all’unità perché la Francia sia più forte di chi vuole farci il male, sono loro il male e possiamo vincerlo perché siamo la Francia riunita“. Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande, intervenendo a Nizza all’indomani dell’attentato che ha colpito ieri sera la città.”Perché hanno voluto colpire Nizza? Perché è conosciuta universalmente ed è una delle più belle città del mondo. Perché hanno colpito il 14 luglio? Perché è la festa della libertà“, ha affermato il capo di Stato francese.

Hollande ha anche ricordato che “84 persone sono morte, 50 si trovano ancora tra le urgenze assolute, ossia tra la vita e la morte” e che tra le persone colpite ci sono “molti stranieri e molti bambini“. “Abbiamo un nemico che continuerà a colpire tutti i popoli e i Paesi che hanno le libertà come valori essenziali“, ha affermato il presidente francese.
Qualche ora fa Hollande aveva anche scritto un tweet, retwittato dal presidente del Consiglio Renzi, in cui affermava: “La Francia è in lacrime e afflitta ma è forte e sarà sempre più forte dei fanatici che oggi vogliono colpirla“. (AdnKronos)