Accordo tra Enel e Scuola, gli studenti entrano in azienda: 20 assunzioni in Calabria

Nuovo programma di formazione in apprendistato scuola-lavoro: Enel assume 150 studenti al quarto anno, tra cui 20 in Calabria

scuolaIl Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca è sempre più convinto nella sua missione di formare professionisti già tra i banchi di scuola. Per questo motivo ha raggiunto un accordo col Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e l’azienda d’energia Enel.
Il gruppo infatti “assumerà” 150 studenti con un contratto di apprendistato di primo livello da attivare con l’inizio del loro quarto anno scolastico. Tra questi ragazzi, 20 saranno scelti in Calabria. I candidati sono 130 ma solo una parte di loro verrà presa e dovrà seguire il corso all’istituto tecnico “Scalfaro” di Catanzaro.
Si legge in una nota: “Il programma consentirà agli studenti di inserirsi in un vero contesto aziendale durante il quarto e quinto anno del corso di studi, alternando la frequenza delle lezioni in classe, alla presenza in azienda per la formazione tecnico-professionale. L’integrazione tra l’apprendimento in aula e l’esperienza lavorativa, sarà supportata e favorita per ciascuno ‘studente-apprendista’ da un tutor aziendale e da uno scolastico, indicato dall’Istituto. Durante l’anno scolastico gli studenti-apprendisti trascorreranno un giorno a settimana in azienda (equivalenti a circa 370 ore, ossia il 35% del totale ore dell’anno scolastico), svolgendo un programma formativo incentrato prevalentemente sul laboratorio e sulle competenze specifiche richieste. Durante il periodo estivo gli studenti-apprendisti saranno, invece, presenti in azienda dal lunedi’ al venerdi’, per complessive 38 ore settimanali, per effettuare sia la formazione tecnica, sia per sperimentarsi direttamente sul lavoro, con il Training on the job, affiancando le squadre operative e applicando concretamente le nozioni apprese durante l’anno scolastico, nel rispetto delle competenze acquisite in materia di safety. Dopo il conseguimento del diploma, tenuto conto della valutazione di merito del percorso effettuato in azienda, i ragazzi potranno accedere a una seconda fase di apprendistato professionalizzante, della durata di un anno. Sara’, pertanto, di 36 mesi la durata del periodo complessivo di apprendistato”. L’idea di avviare il progetto sperimentale, prosegue la nota, “nasce dall’esigenza di inserire diplomati nelle posizioni tecnico-operative aziendali, evitando periodi lunghi di formazione post diploma. Da qui il piano di anticipare l’ingresso degli apprendisti in azienda collaborando con la scuola, al fine di condividere un percorso con contenuti teorici piu’ allineati alle esigenze industriali e con la parte pratica finalizzata a completare la formazione individuale“.