Una bellissima mostra fotografica colora i muri dei locali di Rodì Milici

Una mostra itinerante quella che Carmelo Ceraolo, presidente di Legambiente del Longano offre ai locali di Rodì Milici, scatti artistici, attualmente presso “Il Borgo antico” di v.le Martino che raccontano una storia antica e attuale, scatti quelli del presidente della nota associazione ambientalista dove si mescolano sogni, entusiasmo, speranze

Rodì MiliciRodì Milici immortalata nei suoi tratti storici e architettonici così come in quelli di inattesa e sorprendente quotidianità, nei suggestivi scatti di Carmelo Ceraolo le tante bellezze del luogo che di solito sfuggono e che la fotografia invece rende eterne. Una mostra itinerante quella che Carmelo Ceraolo, presidente di Legambiente del Longano offre ai locali di Rodì Milici, scatti artistici, attualmente presso “Il Borgo antico” di v.le Martino che raccontano una storia antica e attuale, scatti quelli del presidente della nota associazione ambientalista dove si mescolano sogni, entusiasmo, speranze. “Si può amare la città dove si è nati e si è vissuti, ma si può anche amare un paese conosciuto per dovere, per lavoro, questo paese è Rodì Milici e mi perdoneranno gli abitanti del luogo se lo considero anche il mio paese” così afferma Carmelo Ceraolo, che da anni con a cuore la vivibilità, il benessere, la fruizione di un territorio che nasce per essere amato dove ha lavorato e continua attivamente per Rodì Milici e con i suoi abitanti. “Queste istantanee non sono altro che il modo di ridefinire il ruolo di questi luoghi, al fine di restituire agli stessi una rinnovata immagine e una nuova vitalità sia culturale che aggregativa, continua così il presidente dell’associazione del Longano. Gli obiettivi e le linee guida del mio impegno a Rodì Milici vengono identificati nel superamento della divisione concettuale tra la conservazione architettonica ed urbanistica, riqualificazione urbana ed ambientale e la promozione dell’arte, tenendo conto della vocazione storico artistica della città, in particolare immaginandola come scenografia naturale di eventi di varia natura”. Con la visione di queste foto si raccontano esperienze private, quanto universali, un lavoro che affronta i concetti su cui si fondano le nostre certezze storiche, ma al contempo si vuole offrire una visione rara, fuori dal comune. Un occhio lucido di emozione ma attento che sempre con grande tatto, grande stile, grande rigore ha difeso, valorizzato Rodì, Carmelo Ceraolo vuole e annuncia agli amici di questo piccolo paesino collinare qualcosa che resta, qualcosa che diventi soprattutto per i ragazzi pretesto per rileggere il proprio patrimonio culturale e per sviluppare un nuovo approccio visivo più profondo, attento e curioso sui luoghi più conosciuti e quelli ai quali il loro sguardo è maggiormente abituato. Il presidente di Legambiente del Longano annuncia a sorpresa l’uscita del suo libro su cui sta lavorando, un libro che attraverso fotografie e racconti di un viaggio sfoglia le strade e i luoghi più belli di questo paese, di una storia ferocemente contesa ma fieramente difesa. Conclude con una frase celebre Carmelo Ceraolo: “Un vero viaggio non è conoscere nuove terre, ma avere nuovi occhi”, quindi con gli occhi di chi ha voluto costruire bellezza è iniziato l’itinerario di un paese da amare.