Successo del progetto formativo organizzato dalla raffineria di Milazzo e dalla croce rossa

Il progetto della RAM e della C.R.I. finalizzato alla prevenzione e alla riduzione dei rischi sul territorio, proposto quest’anno in via sperimentale ha avuto un buon successo

foto (26)
Nessuno avrebbe potuto sperare in un risultato così positivo e fortemente soddisfacente”. Questo il pensiero di quanti hanno collaborato allo svolgimento del progetto formativo sperimentale denominato “WORKSHOP: ELEMENTI DI PRIMO SOCCORSO ” che la Raffineria di Milazzo ed il Comitato della Croce Rossa Italiana di Milazzo- Isole EolieOnlus, hanno voluto proporre a tutti gli studenti del terzo e quarto anno delle scuole superiori di Milazzo, nonché ai ragazzi della prima media inferiore della scuola comunale di San Filippo Del Mela. Nei mesi di aprile e maggio, circa 1.300 studenti hanno partecipato con vivo entusiasmo ed interesse a 72 ore di lezione, svolte attraverso 18 incontri-workshop, tenuti in sette diversi Istituti Scolastici. La sensibilità della Direzione Aziendale della Ram e dei Dirigenti Scolastici, unita a quella dei monitori della Croce Rossa Italiana, figure altamente qualificate, preposte all’educazione sanitaria ed alla divulgazione delle tecniche del primo soccorso e delle manovre salvavita, ha dato realizzazione ad un evento formativo mai proposto prima sul nostro territorio, offrendo ai giovani e giovanissimi la possibilità di apprendere l’importanza di agire correttamente in caso di emergenza per poter salvare una vita. Il percorso formativo ha previsto la scoperta e l’apprendimento delle tecniche del “Primo Soccorso”, attraverso un’alternanza di lezioni frontali supportate da immagini e filmati e tanta attività pratica, attraverso cui i partecipanti sono stati sollecitati a divenire “cittadinanza attiva e agenti di cambiamento”. Il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale, insieme alle tecniche del BLS (basic life support) e le manovre di disostruzione delle vie aeree, sono solo alcuni degli argomenti trattati. Durante i workshop infatti, argomenti di prevenzione e protezione tra cui “gli effetti dell’alcol e delle droghe” il “mancato uso del casco e della cintura di sicurezza” non sono stati trascurati, così come il trattamento delle ferite, dei traumi e delle lesioni muscolari e tanto altro ancora. La forte curiosità riscontrata ha spinto i formatori all’approfondimento di alcuni argomenti per i quali sono state poste numerose domande. Inoltre, la scelta di dedicare ampio spazio alle prove pratiche per facilitare l’attività di gruppo, il lavoro di squadra e l’apprendimento, si è mostrata, ancora una volta, una scelta vincente. La continua voglia di provare mostrata dagli studenti durante tutti gli incontri si è scontrata soltanto con il tempo a disposizione. Tuttavia, con grandissimo compiacimento, si è potuto riscontrare che, oggi, molti giovani hanno scelto di continuare la propria formazione, avanzando richiesta per diventare volontari della Croce Rossa. Forte entusiasmo, curiosità, interesse e voglia di conoscenza sono stati elementi caratterizzanti di tutto il progetto, che ha già ottenuto numerose richieste di replica per il prossimo anno scolastico. Numerosi sono i genitori, gli insegnanti, gli educatori di ogni ordine e grado, oltre che figure del settore medico-sanitario, che hanno espresso il massimo apprezzamento per l’iniziativa. Il progetto della RAM e della C.R.I. finalizzato alla prevenzione e alla riduzione dei rischi sul territorio, proposto quest’anno in via sperimentale, può dunque ripetersi. L’interessamento generato dalla cittadinanza e, in particolar modo, dai giovani, conferma la necessità di rispondere al bisogno avvertito da ognuno di conoscere ed apprendere per non rimanere inermi in caso di necessità.