Sospetto inquinamento alla condotta idrica di Messina: i tecnici continuano a lavorare

Messina, si continua a lavorare nella zona di Camaro che, in questi giorni, è oggetto dei sondaggi dei tecnici di AMAM per individuare il punto in cui la condotta idrica cittadina danneggiata ha subito il sospetto inquinamento

ACQUA-ARSENICOSi continua a lavorare nella zona di Camaro che, in questi giorni, è oggetto dei sondaggi dei tecnici di AMAM SpA per individuare il punto in cui la condotta idrica cittadina danneggiata ha subito il sospetto inquinamento. Il dato emerso dall’attività di ispezione sin qui eseguita è il grave stato di vetustà e ammaloramento della rete in più punti, con il rischio altissimo che, pur agendo con la riparazione in uno di essi, il problema possa riproporsi a breve in un altro. Proprio per l’importanza della questione, in ordine ai profili di igiene, salute e incolumità pubblica, il Presidente di AMAM SpA., dott. Leonardo Termini, di concerto con la Direzione Generale dell’Azienda, ha deciso di non procedere con singoli interventi di riparazione nei diversi punti ‘fragili’ finora riscontrati, bensì di ricorrere, con somma urgenza, ad un intervento radicale e risolutivo della problematica, provvedendo alla sostituzione dell’intera porzione di rete, i cui lavori inizieranno con immediatezza. Nel frattempo, consapevole dei disagi per la popolazione, l’Azienda Meridionale Acque Messina continua a far divieto di utilizzare per fini domestici e potabili l’acqua immessa in rete, nell’area compresa tra le vie: Calatella, Poeta, Fiumara, Madonna delle Grazie, Chiesa vecchia, Sacrestia, Palma, Madonna della Lettera, San Giuseppe; ed assicura il presidio in loco dell’autobotte per l’approvviggionamento idrico, sino a quando il servizio idrico non tornerà alla normalità.