Serie A, il Crotone ha scelto il nuovo allenatore: si punta su Roberto De Zerbi, incontro per trovare l’accordo

Serie A, il Crotone ha scelto Roberto De Zerbi: nei prossimi giorni un incontro con il giovane allenatore che ha trascinato il Foggia nella finale playoff di Lega Pro

LaPresse/Donato Fasano

LaPresse/Donato Fasano

Non sarà Ringhio Gattuso il prossimo allenatore del Crotone in serie A: i pitagorici sono ancora orfani del mister dopo l’addio di Ivan Jurić, che ritroveranno da avversario sulla panchina del prestigioso Genoa. Quella del Crotone è ancora una delle pochissime panchine di serie A rimaste vacanti: il club calabrese aveva già individuato da tempo la figura a cui affidare la gestione tecnica della squadra in serie A, scegliendo Roberto De Zerbi che però è stato impegnato fino a domenica nella corsa del Foggia alla serie B, fino alla finale playoff poi persa con il Pisa.

Giovanissimo (ha appena compiuto 37 anni), De Zerbi è stato un discreto centrocampista di serie B, in due stagioni differenti (2007 e 2009) ha provato a sfondare in A con il Napoli senza mai riuscirci. Dal 2012 è allenatore e dopo l’esperienza del Darfo Boario in serie D nella stagione 2013/2014, il 1° luglio 2014 è stato ingaggiato dal Foggia in Lega Pro, con un contratto di un anno rinnovato per altri tre anni il 19 giugno 2015. Quest’anno con il Foggia ha vinto la Coppa Italia di Lega Pro ed è arrivato alla finalissima playoff con un calcio spettacolare, tanto che gli addetti ai lavori parlano di “DeZerbilandia” ricordando la straordinaria stagione di Zeman nella città del Tavoliere. Il gioco di De Zerbi ricorda il tiki-taka di Guardiola e della Spagna dei record, con tanto possesso palla e un gioco fortemente offensivo, senza un modulo fisso ma con calciatori che sappiano tenere il pallone sempre sui piedi.

Il Crotone l’ha individuato perchè vuole dare spettacolo anche in serie A, costruendo una squadra di serie A: in settimana ci sarà l’incontro decisivo per trovare l’accordo con De Zerbi che si potrà liberare dal contratto che lo lega al Foggia per altri due anni, grazie ad un’apposita clausola rescissoria già inserita nel contratto dello scorso anno.