Rende (Cs), in arrivo i Tre Allegri Ragazzi Morti e Salmo per la VII edizione del Be-Alternative Festival

tre-allegri-ragazzi-mortiSecondo la numerologia il numero sette ha la capacità di fondere magia e realtà, ed è proprio questo che farà la VII edizione del Be-Alternative Festival, ideato da Be-Alternative Eventi che ne cura l’organizzazione insieme ad MK Live e che da quest’anno vede il coinvolgimento di Piano B-Eventi e Produzioni. L’evento è patrocinato dal Comune di Rende e si svolgerà presso lo stadio di Rende “M. Lorenzon” il 9 e l’ 11 luglio. Celati dietro le loro maschere arriveranno a Rende il 9 luglio I Tre Allegri Ragazzi Morti in tour per la presentazione dell’ultimo album “Inumani”. Pubblicato lo scorso 11 marzo da La Tempesta Dischi si compone di  11 tracce  che vanno ad arricchire l’immaginario fantastico del trio mascherato che da più di vent’anni accompagna le nostre esistenze.  Inumani è il terzo episodio della trilogia iniziata nel 2010 con Primitivi del Futuro e proseguita nel 2012 con Il Giardino dei Fantasmi.  Il progetto artistico ha in sé tutti gli aspetti dell’eclettica attitudine musicale dei tre, dal rock al reggae passando per il folk, il blues e la cumbia che ha caratterizzato il sound del gruppo negli ultimi anni.  Il tour estivo, inoltre,  porta con sé una bella novità: la presenza come quinta allegra ragazza morta di Monique “Honeybird” Mizrahi alle chitarre, charango e ukulele. L’incontro con Monique è avvenuto a New York nell’ottobre del 2015 e sue sono le registrazioni di charango in alcune canzoni di Inumani (E invece niente e Ad un passo dalla luna).  Una festa mobile il concerto di quest’estate, dove alle nuove canzoni che hanno già la forza dei classici, si sommeranno le più amate canzoni che il gruppo ha scritto in questi vent’anni, da Occhi bassi a Ogni adolescenza, da Il mondo prima fino al reggae di Puoi dirlo a tutti. L’esorcismo dei Tre allegri ragazzi morti contro le difficoltà della vita si riaccende in questa estate italiana.  A scaldare il palco dalle 19,30 ci saranno i Dissidio, La Fine, i Parkwave e i McKenzie, tra le più importanti realtà musicali del territorio.

L’11 luglio SALMO – artista pioniere dell’hip hop 2.0, che sta rivoluzionando la scena rap italiana con il suo stile unico e il suo sound internazionale- racconterà il suo viaggio all’inferno e ritorno e l’incontro con Elvis. Anticipato a dicembre 2015 dal singolo 1984Hellvisback è la prima pubblicazione dell’artista con la Sony Music ed è costituito da tredici brani, di cui due hanno visto la partecipazione del batterista dei Blink-182 Travis Barker. HellvisBack, un super eroe che combatte Satana per impedire una nuova Apocalisse. Un album che oscilla tra il vecchio e nuovo, immettendo sonorità elettroniche, e riconferma il successo dell’artista sardo nella scena rap nazionale. A solo una settimana dall’uscita l’album è stato certificato come Disco d’oro e in due soli mesi si è guadagnato quello di Platino. Le porte dell’inferno si apriranno dalle ore 19,00 e a far da Caronte saranno dj Kerò, ed i rapper Libberà e EasyOne. Ad accomunare gli headlinears del Be-Alternative Festival c’è una conoscenza in comune, l’artista Jovanotti da sempre conosciuto per il suo animo alternativo e sempre attento alle nuove sonorità che ha scelto SALMO per l’apertura del suo tour negli stadi 2015 e che da anni supporta e collabora con i TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI. Social partner della manifestazione è Linea Verde Droga, servizio di accoglienza telefonica che risponde al numero verde anonimo e gratuito 800-019899 e offre ascolto, consulenza, orientamento, informazioni sulle problematiche legate agli stati di dipendenza patologica.

I biglietti sono già disponibili online su www.primafila.net e su www.cosenzapp.it e nei numerosi punti prevendita presenti in tutta la Regione.