Reggio Calabria: tutto pronto alla VI edizione della “Naturfiera del Mediterraneo”, due giorni dedicati al benessere e alla salute

175x250Poco meno di 24 ore per la VI edizione della Naturfiera del Mediterraneo, organizzata dalla Scuola Italiana di Scienze Naturopatiche, diretta dal Dottor Silvio Scarantino.
L’iniziativa avrà luogo domani e domenica 25 giugno nella sede del Consiglio Regionale della Calabria.
Oltre 30 relatori provenienti da tutta Italia, tra cui i nomi prestigiosi del Professor Franco Berrino, direttore dell’Unità di Epidemiologia dell’istituto Tumori di Milano, di Gioacchino Calapai, professore associato di Farmacologia e Tossicologia dell’ateneo di Messina, del dottor Stanislao Aloisi, specialista in Nutrizionistica, Dietetica e Nefrologia; Stefania Cazzavillan, biologa nutrizionista, naturopata, esperta in micoterapia; Carmelo Maria Musarella, docente dipartimento di agraria, Università Mediterranea di Reggio Calabria, per il convegno previsto dalle ore 10.30 di domani alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Nicola Irto e del Vicesindaco del Comune di Reggio, Saverio Anghelone.
Prima volta a Reggio Calabria, la Naturfiera del Mediterraneo, è un prodotto del Centro Studi e Ricerca di medicina Naturale, oggi società “Dynamis”, con sede operativa a Caltanissetta e scuole attive a Catania, Palermo, Messina, Lecce, Bari, Salerno, Cagliari, oltre che, la città dello Stretto.
«È un percorso iniziato ormai da vent’anni – commenta il Dottor Silvio Scarantino – e che nasce dalla convinzione che si possa vivere in maniera nuova e più efficace il rapporto tra uomo, salute e ambiente. La Naturfiera, è ormai segno di acquisita maturità organizzativa e gestionale che ci lancia in avanti verso il radicamento di una tradizione, che propone quell’appuntamento annuale, in cui illustri esperti e studiosi del settore si confrontano e dialogano, contribuendo alla diffusione dell’idea che un mondo più naturale non possa che portarci salute».
Palazzo Campanella, dopo il convegno, si aprirà a concerti, esperienze laboratoriali interattive e dimostrazioni in tema di naturopatia, micoterapia, fitoalimurgia, nutraceutica, tecniche orientali di respirazione e di meditazione, discipline bionaturali ed erboristiche, del tutto gratuite per i partecipanti, con l’obiettivo di far conoscere e divulgare i benefici della naturopatia.
Domenica 26 giugno alle 12.30, Jo’han Chant’nej, invece, trasporterà i presenti nel mondo della Medicina dei nativi d’America, per scoprire quali forze interagiscano per la conservazione di uno stato di equilibrio e della sue relazioni con il mondo esterno all’uomo, con canti propiziatori per ristabilire la salute e la preghiera in lingua Diné.
Per gli appassionati di ayurveda e yoga, invece, due momenti con il Maestro Amadio Bianchi, alle 12 e alle 16.30 di domenica 26.
La mattina con la relazione “Ayurveda e e Yoga: salute e gioia di vivere” e il pomeriggio con il laboratorio interattivo di “Antiche tecniche orientali di respirazione e meditazione”.