Reggio Calabria: salita di Contrada Morloquio ridotta a una mulattiera, sicurezza a rischio [FOTO]

strada rotta (9)In contrada Morloquio a Reggio Calabria, periferia sud della città, da ormai ben tre settimane, gli abitanti della zona sono costretti a convivere quotidianamente con una situazione di estrema pericolosità lungo la strada che si è costretti a percorrere trattandosi dell’unica via d’accesso alle abitazioni della zona. Numerose segnalazioni, infatti, sono pervenute alla Redazione di StrettoWeb relativamente agli eterni lavori alle tubature dell’acqua che riguardano la salita, con enormi disagi al passaggio di due autovetture nello stesso punto trattandosi di una strada di non grandi dimensioni, già pesantemente dissestata da buche, voragini e tombini. Fino a qualche mese fa gli interventi dei tecnici alle condutture idriche, sono state tante e tali da non lasciare mai la strada in condizioni di minima percorribilità per 10 giorni consecutivi in quanto trattandosi di tubature datate, ogni qual volta un punto saltava, veniva giuntato e questo comportava la rottura dell’asfalto che una volta ricoperto rimaneva “rattoppato per settimane” fino al ripristino sempre parziale dello stesso. Interminabili lavori hanno creato disagi nella zona per tantissimo tempo fino a quando, resosi conto delle ormai pessime condizioni della conduttura vecchia, si è pensato di installarle una nuova e questo sta comportando lavori molto più invasivi, che da ormai oltre 20 giorni hanno letteralmente devastato la strada, che si può percorrere soltanto a 10km/h (massimo!) e se non hai un fuoristrada, rischi comunque di distruggere la vettura. Inoltre i lavori procedono a rilento e di giorno in giorno la situazione è sempre più ai limiti della minima sicurezza, con gravi rischi per gli automobilisti o chiunque percorra questa strada sempre più trafficata. Oltre al problema delle condutture idriche, un altro problema che affligge questo tratto di strada è la presenza invasiva di erbacce e rovi incolti che occupano buona parte della carreggiata per lunghi tratti della stessa, creano pericolo sia per chi si trova a percorrere la strada a piedi e sia per chi si trova a percorrere la via con le auto e per evitare che i rovi entrino dai finestrini, deve invadere la corsia opposta a ridosso delle curve rischiando un incidente frontale. Una situazione insostenibile che i residenti della zona lamentano da molto tempo, invano.