Reggio Calabria, pugno duro del Comune contro l’affissione abusiva: sanzioni per 50 mila euro

affissione-abusiva-1-770x470Prosegue l’azione del Comune di Reggio Calabria  e della   Re.ge.s. spa a servizio della cittadinanza. L’affissione abusiva, da sporadica abitudine di pochi soggetti, gradualmente sta degenerando e tutto ciò contribuisce a deturpare il decoro urbano. Si evidenzia altresì che non è più consentita l’affissione dei manifesti sui muri  ma la stessa può avvenire esclusivamente sugli impianti di proprietà dell’Ente. Nell’ottica del rispetto del senso civico e della cura della nostra città, è necessario ribadire infatti l’assoluto divieto di affissione al di fuori degli spazi consentiti, pena le relative sanzioni pecuniarie. A tal proposito si informa che la Re.ge.s. spa insieme al Comando di Polizia Municipale,  coadiuvati  dall’ Assessore Muraca,  ha attivato tutte  le procedure di accertamento verso i trasgressori, che hanno consentito di elevare sanzioni per una cifra pari a 50.000,00 Euro.

Si ricorda che la disciplina del servizio è contenuta nel Regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta sulla pubblicità e del servizio pubbliche affissioni (Deliberazione del Consiglio Comunale n° 27 del 27.02.2007). A tal fine gli uffici comunali e la Re.ge.s. spa sono a disposizione per tutti i necessari chiarimenti. A tal proposito l’ Amministratore Delegato della Reges, dott. Serafino Nucera, comunica che partirà nei prossimi giorni un’attività di pulizia dei muri cittadini deturpati  dall’affissione di manifesti  per restituire decoro alla città  e renderla più pulita. In funzione della volontà di proseguire il dialogo con i cittadini e con gli operatori economici, si richiede la massima collaborazione. L’auspicio dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà è che i cittadini collaborino per mantenere pulita la città, renderla vivibile e dunque vanificare una prassi che incide negativamente sull’immagine di Reggio Calabria.