Reggio Calabria, l’Officina dell’Arte prepara la nuova stagione

officina - fotoL’Officina dell’arte dopo aver chiuso la sua stagione teatrale con grande soddisfazione e significativo riscontro positivo da parte del pubblico per gli spettacoli offerti, si è messa in moto per la nuova che, probabilmente, la rivedrà protagonista al teatro “Cilea”. Il cartellone in costruzione, manca solo la conferma di qualche big del panorama nazionale, “vuole essere – ci tiene a precisarlo l’attore della compagnia Peppe Piromalli -  davvero all’insegna di un valore e di una qualità degne della festa che vogliamo celebrare con il nostro pubblico che ci ha seguito in questi anni con fiducia e fedeltà. Sarà una stagione che punterà su commedie brillanti messe in scena dall’Officina dell’arte ma anche spettacoli con artisti di calibro che hanno segnato e continuano a segnare il teatro. Dopo l’entusiasmante avventura artistica appena passata, vorremmo quest’anno, pur perseverando il progetto di una “casa del teatro” sempre aperta e pronta all’accoglienza di giovani e non, che devono essere i protagonisti di quel luogo di scambio culturale e sociale prima e oltre gli spettacoli, puntare ad un cartellone ancora più variegato inserendo prosa, lirica e danza. Per noi il teatro non è solo il luogo per stupirsi e divertirsi, è un’opportunità di formazione culturale e civile, attivando curiosità e memoria ma anche è la location di creazione e di studio, in cui le urgenze e le istanze della cittadinanza vengono elaborate dallo sguardo degli artisti e condivise con gli spettatori”.

Per il team Officina fare arte è quindi una vocazione che valica la mera proposta di una rassegna perché il teatro parla ai cittadini. Della loro intimità, dei loro desideri, dei loro sogni e delle loro difficoltà. Partendo dalla questa solida centralità, proseguiranno anche nella prossima stagione le preziose esperienze degli attori e dei tecnici dell’Officina (Patrizia Britti, Carmelo Lo Re, Tiziana Romeo, Agostino Pitasi, Antonio Malaspina, Pasquale Meduri, Roberto La Grotteria, Mariella Fotugno, Gianni Siclari, Peppe Piromalli) in un più ampio quadro di collaborazione che vedrà, tra i prossimi obiettivi da raggiungere anche nuove opportunità di formazione per gli studenti e gli interpreti emergenti con master class, incontri nelle scuole, sperimentazioni a teatro. E’ nata una collaborazione con l’associazione “Reggio Cinema”, diretta artisticamente dal regista Fabio Mollo, quindi nel cartellone teatrale potranno inserirsi appuntamenti con il cinema ai quali parteciperanno registi e attori di livello.

“Eduardo De Filippo diceva di aver avuto una vita di sacrifici e di gelo. Così si fa il teatro, così ha fatto lui e continuiamo a fare noi nonostante le numerose difficoltà che affrontiamo nella realizzazione di ogni cartellone. Il cuore ha tremato sempre, tutte le sere e quel tremore è talmente bello che lo vogliamo avere ancora – conclude il maestro Piromalli – In città, c’è una rivendicazione di identità culturale forte e l’Officina dell’arte vuole mostrare specie ai giovani, la nobiltà del mestiere del recitare che rischia di essere svilito in questi tempi confusi. Le idee, i progetti, la volontà ci sono, ci serve la casa dove poter realizzare il tutto. Abbiamo bisogno del Cilea per poter continuare a sognare e far sognare e di uomini che come noi, hanno il desiderio di far brillare la massima culla dell’arte reggina”.