Reggio Calabria: l’8 luglio ritorna sul ring il Campione Italiano di pugilato Francesco Versaci [FOTO e INTERVISTE]

È stato presentato poco fa l’incontro che l’8 luglio Francesco Versaci disputerà a Reggio Calabria: il ritorno del Campione Italiano di pugilato nella sua città

francesco versaci reggio (4)A quasi tre anni di assenza dal ring, ritorna a combattere a Reggio Calabria il campione “nostrano” Francesco Versaci, già campione italiano, mediterraneo e mondiale giovanile IBF.

Titoli che si ricordano, come si ricorda il suo stop forzato dovuto a due infortuni che hanno costretto Versaci a fermarsi. Dopo tanto tempo, però, arriva l’ok del medico: il pugile reggino potrà affrontare dei match di ritorno in vista di combattere nuovamente per un titolo.

Venerdì 8 luglio, presso il lido Stella Marina di Reggio Calabria, una serata all’insegna del pugilato: protagonista, Francesco Versaci, che annuncia il suo ritorno nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamane alla presenza anche di Giuseppe Fedele, maestro dell’Amaranto boxe. A moderare l’incontro, il giornalista Carlo Arnese.

“Ho dovuto superare tanti problemi fisici prima di arrivare a questo momento – ci dice Francesco Versacimi sono preparato intensamente, e adesso speriamo di raccogliere i frutti”. “Frutti” sudati, sognati, che si andranno a concretizzare l’8 luglio di fronte ad un avversario “tosto”,  come attesta anche Giuseppe Fedele; non per niente, per Versaci non si poteva scegliere un combattente “facile”.

francesco versaci reggio (2)Un periodo di assenza anche difficile sotto il profilo psicologo, quello di Francesco Versaci, un arresto pesante soprattutto per un pugile. Oggi il campione dice grazie prima di tutti al dottore che l’ha operato, e a sé stesso perché ha voluto fortemente ritornare sul ring, anche quando si dava tutto per concluso.

Un ritorno, si ribadisca, che arriva anche dopo sacrifici in palestra. “Il ritorno di Francesco è una notizia molto importante non solo per il pugilato reggino, ma per quanto riguarda il pugilato calabrese – afferma Giuseppe Fedelericordiamo che Versaci è stato il più giovane professionista della storia del pugilato italiano, perché ha esordito solo a 18 anni; una carriera che sembrava lanciatissima, e infatti nei primi quattro anni ha vinto tre titoli. Poi c’è stato questo stop, quindi noi ora speriamo in uno, due match di rientro per portare Versaci nella primavera dell’anno prossimo a disputare il titolo per una quarta cintura”.

Per adesso si sta lavorando in vista dell’incontro dell’8 luglio: tutto uno staff coinvolto, persone che il maestro Fedele vuole ringraziare, come Giacomo Conte e Nicola Nava “che hanno fatto un grossissimo lavoro dal punto di vista fisico, per quanto riguarda la tecnica, siamo in tre che stiamo curando la preparazione: oltre al sottoscritto, ci sono gli insegnanti Salvatore Paci e Paolo Ielo”.