Reggio Calabria, inchiesta Fata Morgana: il Tribunale del Riesame rigetta i ricorsi degli indagati

processoIl tribunale del riesame di Reggio Calabria ha rigettato i ricorsi presentati dai legali di alcuni arrestati nell’operazione Fata Morgana. L’inchiesta avrebbe fatto emergere una fitta rete di relazioni per la gestione del potere economico con un connubio tra ‘ndrangheta e massoneria. Il tribunale ha rigettato i ricorsi di Domenico Marciano’, dell’imprenditore Angelo Frascati, del commercialista Natale Saraceno e dell’avvocato Marra. Gli indagati sono accusati di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, riciclaggio e violazione della legge Anselmi sulle societa’ segrete. Dalle indagini sarebbe emersa la figura preminente dell’avvocato Paolo Romeo, ritenuto uno deireferenti della ‘ndrangheta. Romeo avrebbe, inoltre, costituito un consorzio per la gestione della Perla dello Stretto a Villa San Giovanni.